Costo RC Auto, le tasse gravano per il 18,5% della polizza

L’indagine sui costi di assicurazione.

Un’indagine condotta dall’IVASS (Istituto Vigilanza sulle Assicurazioni) ha rivelato che nel quinquennio 2013-2017, il costo medio della RC Auto si è abbassato del 25% circa. Nonostante questo, però, il costo della polizza assicurativa è la seconda spesa più consistente, dopo quella da sostenere per l’acquisto di carburante, nel mix di voci mantenimento di un’auto.

Il costo della polizza assicurativa non è esente da tasse. Del corrispettivo pagato per la polizza, fanno parte anche due elementi di natura fiscale: l’imposta sulle assicurazioni e il contributo al fondo vittime della strada. La prima va direttamente nelle casse dello stato, il secondo va invece in un fondo istituito per risarcire tutti coloro che sono vittime di un sinistro con veicoli o natanti che siano non assicurati, non identificati o circolanti contro la volontà del proprietario.

Questi costi aggiuntivi fanno lievitare il costo della polizza del 18,5% circa. Una cifra consistente se si considera che in Campania, ad esempio, il costo medio per assicurare un’auto è di circa 1.100€ annui.

Proprio l’IVASS starebbe valutando una possibile defiscalizzazione delle polizze assicurative, in modo da permettere agli automobilisti di risparmiare e, soprattutto, dovrebbe vedere crescere il numero di auto assicurate, attualmente circolanti senza copertura assicurativa proprio per via degli alti premi richiesti dalle compagnie.

Un’altra motivazione è quella relativa al recupero di gettito derivante dalle polizze assicurative fatte su veicoli immatricolati all’estero ma circolanti sul territorio italiano. Abbassando il costo delle polizze assicurative, infatti, queste auto potrebbero verosimilmente essere immatricolate in Italia. 

Ma come fare per risparmiare mantenendo perfettamente regolare la condizione assicurativa del proprio veicolo? La risposta è semplice: scegliendo la giusta polizza.

Per gli automobilisti che percorrono pochi chilometri, l’idea di scegliere una polizza ‘a consumo’ potrebbe essere importantissima, visto che il risparmio rispetto ad una polizza standard si aggira attorno al 35/40%.

Una seconda soluzione potrebbe essere quella di stipulare una polizza che preveda l’installazione della scatola nera sull’automobile. In Italia, tra i leader di questa tecnologia troviamo UnipolSai, compagnia assicurativa che vanta anni ed anni di esperienza nel settore RC Auto. Chiedendo il proprio preventivo assicurazione auto, è possibile selezionare questa scelta per comprendere quanto sia davvero consistente il risparmio. In questo caso, il risparmio è più esiguo rispetto a quello delle polizze a consumo, ma comunque dovrebbe essere attorno al 20/25%. 

Con l’installazione della scatola nera però, non solo si risparmia sulla polizza assicurativa, ma si accede ad una serie di servizi che coniugano sicurezza e tecnologia per permettere agli automobilisti di circolare in totale serenità.

(Visited 111 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!