Tazze personalizzate, quali sono le loro peculiarità

Una tazza personalizzata per cominciare la giornata con il piede giusto.

Le tazze mug sono oggetti che fanno parte della nostra vita di tutti i giorni, sia nel contesto domestico che in quello professionale. Ce ne sono di vari tipi: tazze standard, per esempio, ma anche tazze personalizzate. Le opzioni di personalizzazione sono infinite, o quasi: basta la giusta immagine, magari abbinata a una frase di impatto, per trovare il buon umore. Nel caso in cui la tazza sia usata per la prima colazione, questo è il modo migliore per cominciare la giornata con il piede giusto. Ecco perché le tazze personalizzate rappresentano una delle tipologie di gadget può richieste sul web.

Dove comprarle

Se si ha la necessità di ordinare uno stock di tazze personalizzate (o anche un solo esemplare) ci si può rivolgere a Gadget365, esplorando il suo catalogo online. Si tratta di un’azienda che mette a disposizione una gamma molto ampia di gadget per le aziende, per le associazioni o per i privati, fra cui le tazze con il logo. Le tipologie di prodotti a disposizione, in ogni caso, sono molte di più, e spaziano dalle penne alle magliette, dagli auricolari alle chiavette USB. Gadget365 ha gli uffici e il reparto di logistica in Lombardia, ed è membro di Assoprom, organismo di cui fanno parte i più importanti produttori e distributori di oggetti pubblicitari e promozionali in Italia.

Tazze personalizzate: come vengono brandizzate?

Le tazze possono essere realizzate in vari materiali: per esempio la ceramica, ma anche la plastica o i materiali ecologici. In qualunque caso, la procedura da seguire per la loro personalizzazione si basa su lavorazioni ad hoc rese possibili da macchinari all’avanguardia, con i quali si possono ottenere stampe molto precise e con colori fedeli agli originali. Entrando più nel dettaglio, la tecnica di stampa che viene privilegiata è la serigrafia: una lavorazione versatile che offre la possibilità di riprodurre qualsiasi tipo di immagine sugli oggetti.

Chi ha bisogno dei gadget promozionali

Non sono solo le aziende di dimensioni più grandi a poter sfruttare le potenzialità dei gadget promozionali: in quanto veicoli pubblicitari, infatti, essi possono essere utilizzati anche da liberi professionisti o semplicemente da privati. È ovvio che le imprese vi ricorrono con l’intento di fidelizzare la clientela e per approfittare dei vantaggi che sono correlati alla distribuzione di oggetti che riportano scritte o loghi stampati. La versatilità è il tratto peculiare delle tazze, che possono essere usate in parecchi modi: come contenitori per le bevande, ovviamente, ma anche come portapenne o come soprammobili.

Gadget personalizzati: quando ce n’è davvero bisogno

Ci sono tante circostanze in cui la realizzazione di gadget personalizzati si presenta come una necessità da cui non si può prescindere: si tratta di un’opportunità preziosa dal punto di vista del marketing, ma soprattutto un’occasione che vale la pena di imparare a sfruttare se si desidera ottenere un po’ di pubblicità. È sempre opportuno avere ben chiari gli obiettivi da perseguire, fermo restando che i risultati desiderati potranno essere raggiunti solo con l’aiuto di esperti del settore e professionisti della serigrafia che abbiano a disposizione tutti gli strumenti del caso. Per le lavorazioni in laboratorio occorrono dei macchinari specifici, capaci di stampare non solo su superfici piatte ma anche su superfici curve, come quelle delle tazze.

La soddisfazione dei clienti

Qualunque azienda che scelga di concedere ai propri clienti una tazza personalizzata in omaggio può essere certa di prendere una decisione vincente e soddisfacente sia in una prospettiva di breve termine che sul lungo periodo. Il fatto è che le tazze personalizzate non sono prodotti usa e getta, ma al contrario si presentano come oggetti destinati a essere impiegati per molto tempo; e in più non risentono del mutare delle mode o delle tendenze. Una tazza può essere usata in vari momenti della giornata, per bere ma non solo: questo è il motivo per il quale si può parlare di uno strumento di pubblicità che durerà a lungo. Si pensi, per esempio, alle attività di ristorazione come i bar e le caffetterie che servono i clienti non con delle tazze anonime o standard ma con degli oggetti brandizzati. È evidente che ogni consumatore farà caso a questo aspetto e reagirà di conseguenza, ovviamente in modo positivo.

La pubblicità passa dalle tazze

Ecco, quindi, che una semplice tazza diventa un veicolo pubblicitario di successo. Gli imprenditori potrebbero prendere in considerazione l’ipotesi di regalarle in occasione di fiere di settore o eventi di altro tipo, ma anche di offrirle ai dipendenti per il Natale o per un anniversario importante. Il budget da stanziare a tale scopo non è troppo elevato: quindi, a fronte di una spesa ridotta, si ha la sicurezza di dare vita a una strategia di marketing di impatto. Basta scegliere il materiale giusto: magari ecologico e rispettoso dell’ambiente, come la plastica pp o la fibra di paglia di grano.

(Visited 214 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!