Forse non tutti sanno che il gatto sardo selvatico è stato portato dai fenici in Gallura

Il gatto selvatico in Gallura.

Il gatto selvatico che popola la Sardegna e anche la Gallura è una specie presente solo qui. Un animale molto simile al comune gatto domestico, ma molto più agile e attivo soprattutto nelle ore notturne, mentre di giorno è più timido. A causa del suo carattere, è difficile fotografarlo ma è possibile osservare le sue caratteristiche in una specie imbalsamata al Museo Minerario di Iglesias.

Pare che sia stato portato nell’Isola dai Fenici e che la sua origine sia africana. L’animale veniva usato nelle navi per cacciare i topi. Qualche esemplare potrebbe essere fuggito per evolversi nel gatto selvatico che oggi tutti conosciamo. È più piccolo del gatto selvatico europeo, che pesa fino a 3 chili, mentre la femmina non arriva a 2 chili.

Il Felis Lybica Sarda ha la pelliccia grigia tigrata, con una coda che misura circa metà del corpo e che termina di netto come se fosse tagliata. Rispetto al gatto domestico ha dei ciuffi di pelo sulla cima delle orecchie. È un animale molto raro, che rientra nelle specie protette grazie ad una legge regionale del 1998.

(Visited 5.240 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!