Bonifica per l’ex Arsenale, ma La Maddalena resta perplessa

Reazioni tra incantati e disincantati.

La notizia relativa al via libera sulle bonifica dell’ex Arsenale di La Maddalena, ha suscitato diversi dibattiti all’interno della comunità isolana, abituata ormai a non fidarsi delle troppe promesse fatte dalle alte sfere della politica regionale e nazionale.

Dopo la missione a Roma, il governatore della Sardegna Christian Solinas ha dichiarato che “il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alla riperimetrazione dell’area dell’ex Arsenale militare di La Maddalena”.

“Adesso, finalmente, potremo procedere con le bonifiche, con la definizione del piano di rigenerazione urbana e i lavori per il recupero e la riconversione del compendio, programmando per la comunità e tutta la Sardegna il futuro e il rilancio turistico di un patrimonio ambientale prezioso”, ha proseguito.

A queste parole, gli isolani di La Maddalena guardano con un poco di perplessità, dubbiosi e disincantati sulla reale e concreta operazione in questione, un operazione che significherebbe la rinascita dell’isola. Infatti, c’è chi pensa che sia solo propaganda e pubblicità, non credendo dunque alla fattibilità del progetto di riconversione.

C’è chi spera che, una volta ripristinata la struttura, questa possa essere al servizio di tutta la comunità isolana e non solo dei suoi clienti, e chi invece che è dovere di cittadini, imprese e amministrazione rivendicare il comando in questa prima fase per poter mettere voce in capitolo.

C’è, infine, chi pensa che sia come sempre una promessa, ma anche chi ci spera davvero e crede che tutto ciò sia realmente possibile, intravedendo, dunque, all’orizzonte del futuro di La Maddalena una chance di rinascita della sua economia.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura