Sconti per il traghetto di La Maddalena, botta e risposta tra Comune e Delcomar

Il nodo dei fondi regionali.

Continua il botta e risposta tra il Comune di La Maddalena e la compagnia di navigazione Delcomar per quanto riguarda gli sconti da applicare sulla tariffa dei biglietti per i non residenti, operazione resa possibile con fondi stanziati dalla Regione Autonoma Sardegna e che hanno scatenato un ampio dibattito sul loro reale utilizzo.

La Delcomar sconfessa il sindaco Montella sugli sconti: “La tecnologia c’è, il Comune non ha usato i fondi”

Da tempo l’attuale amministrazione comunale viene attaccata ed accusata di negligenza per non aver usufruito in passato degli interventi economici della Regione, mirati ad incentivare la scontistica dei trasporti marittimi dei non residenti, nonché ad ampliare i flussi turistici al di là della stagione estiva. Dopo le ultime dichiarazioni della compagnia Delcomar e del suo responsabile amministrativo Gianfranco Atzeni circa questo mancato utilizzo dei fondi e della dovuta tecnologia per supportare tale incentivo, arrivano le contro-risposte del sindaco Luca Montella e dell’assessore ai Trasporti Gianluca Cataldi.

“Creano un po’ di meraviglia gli interventi della compagnia Delcomar in tema di scontistica da applicare ai non residenti – affermano Montella e Cataldi – soprattutto perché non si comprende cosa spinga la compagnia di navigazione all’ennesimo attacco nei confronti dell’attuale amministrazione comunale e, soprattutto, per quale ragione vogliano mistificare la realtà. Si tratta, è di chiara evidenza, di contrapposizione strettamente politica, che le prossime scadenze elettorali chiariranno meglio”.

Invece, “quanto ai dubbi sulla potenziale violazione delle norme europee sugli aiuti di Stato, fin da subito palesati dall’amministrazione comunale – spiegano Montella e Cataldi – va precisato che gli stessi erano stati confermati anche dalla compagnia Delcomar, in occasione della riunione tenutasi lo scorso anno presso gli uffici comunali. Dubbi che sono stati fugati grazie al sistema di identificazione dei beneficiari, messo a punto dalla nostra amministrazione. Sistema, come già detto, che l’assessorato regionale ai Trasporti ha chiesto di estendere anche al Comune di Carloforte”.

Un sistema tecnologico, in pratica, che permetterebbe anche la verifica sul reale utilizzo di tali fondi pubblici, cosa che in passato non avveniva e che comportava dunque l’erogazione dei fondi da parte del Comune sulla base delle dichiarazioni fatte dalla compagnia stessa.

“Va inoltre ribadito, come già fatto pubblicamente lo scorso anno, che l’azienda che ha fornito le attrezzature, ha comunicato alle compagnie Delcomar ed Ensamar i codici di accesso al sistema informatico che permette all’utente di ottenere lo sconto. Solo alla fine di dicembre le compagnie affermavano di non aver ricevuto alcun codice. Sarebbe bastata anche solo una telefonata per risolvere il problema, ma questo non è stranamente avvenuto”, affermano il sindaco Montella e l’assessore Cataldi.

“Ad onor del vero, però – proseguono i due – necessita informare che lo scorso anno le compagnie Delcomar ed Ensamar non intesero manifestare il proprio consenso alla applicazione delle speciali scontistiche, non avendo partecipato alla manifestazione di interesse pubblicata dal nostro Comune. Auspichiamo che quest’anno, viste le dichiarazioni di Atzeni, le compagnie Delcomar ed Ensamar si dimostrino interessate alla applicazione degli sconti, rispondendo positivamente alla manifestazione di interesse già pubblicata dal Comune. Diversamente, si potrebbero creare ritardi nella applicazione delle tariffe scontate che, per quest’anno è intendimento della amministrazione comunale applicare a decorrere dal primo ottobre”, concludono Montella e Cataldi.

(Visited 1.225 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!