A Olbia il corso per diventare sommelier professionisti

I corsi sono rivolti sia agli operatori del settore sia aglia appassionati.

Aspi – Associazione della Sommellerie Professionale Italiana apre il 2019 con le nuove edizioni dei corsi volti a formare sommelier professionisti.

Il 28 gennaio a Olbia, presso il Grand Hotel President, partirà il corso di primo livello, organizzato da Aspi Olbia-Tempio, con modalità pensate tanto per gli operatori di settore quanto per gli appassionati che vogliono avvicinarsi al mondo della sommellerie: le lezioni si terranno il lunedì e il martedì e i corsisti potranno scegliere di seguire le sessioni pomeridiane (dalle 15.30 alle 18.30) o quelle serali (dalle 20.00 alle 23.00).

Il corso prevede un totale di 12 lezioni frontali in aula, con approfondimenti teorici e degustazioni, a cui si aggiungono le verifiche finali, scritta e orale. A tutti i partecipanti, alla prima lezione, viene fornita una valigetta contenente i calici da degustazione “Exilles” realizzati da Rastal sulla base dello studio condotto in collaborazione con i sommelier Aspi, il cavatappi professionale, il libro di testo, il quaderno didattico e le schede di analisi sensoriale per le degustazioni di vini e altre bevande.

In particolare, il corso si apre con gli incontri dedicati alle tecniche di degustazione (esami visivo, olfattivo e gustativo), alla viticoltura e all’enologia. Seguono la lezione dedicata alla figura professionale del coppiere e del sommelier, il ruolo che rivestono e gli strumenti a disposizione del degustatore: la scheda di degustazione, il calice, le tipologie di bottiglie, la stappatura, e la lezione dedicata alla legislazione vitivinicola italiana ed europea. La seconda parte del corso si concentra sul grande mondo delle bevande con incontri dedicati a birra, distillati e liquori, spumanti, vini speciali, acqua e bevande nervine, concludendosi con una lezione di enogastronomia: dalla storia ed evoluzione del gusto, all’analisi sensoriale del cibo, fino alle differenti tipologie di abbinamento cibo-bevande.

Il superamento della prova finale del corso di I livello, pensato per fornire ai partecipanti un bagaglio tecnico e culturale che permetta di acquisire le nozioni base della professione, consente l’accesso al corso di II livello per ottenere la qualifica di Mastro Coppiere e quindi al percorso di tutorato per la preparazione all’esame di abilitazione per Sommelier.

(Visited 357 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!