Influenza suina a Olbia, c’è una vittima: morto il paziente 60enne. Altri quattro in osservazione

L’uomo si è spento nella tarda serata di ieri nell’ospedale Giovanni Paolo II.

L’influenza suina a Olbia ha fatto una prima vittima: si è infatti spento nella tarda serata di ieri, nella rianimazione dell’ospedale Giovanni Paolo II, il 60enne ricoverato da qualche giorno. Si era presentato al pronto soccorso olbiese con febbre alta e problemi respiratori. I medici avevano stabilito trattarsi di virus H1N1. Le sue condizioni erano gravi ma sembravano stabili. Fino alla crisi di ieri sera che lo ha condotto alla morte. E’ deceduto per gravi complicanze respiratorie legate all’influenza.  E’ il terzo decesso in Sardegna nelle ultime settimane per complicanze influenzali, anche se non è accertato si tratti dello stesso virus influenzale.

Al momento altre tre persone affette da virus H1N1 si trovano ricoverate all’ospedale di Olbia, sotto stretta osservazione dei medici. E’ invece in coma farmacologico, come riferisce il quotidiano La Nuova Sardegna, la giovane mamma di La Maddalena trasferita nei giorni scorsi nel reparto di rianimazione delle cliniche universitarie di Sassari.

Si era presentata all’ospedale di Olbia alla 26esima settimana di gravidanza, colpita dal virus della febbre suina. I medici hanno deciso di far nascere il bimbo con parto cesareo, Il piccolo, fatto nascere con parto cesareo d’urgenza, prima di traferire la donna nel più attrezzato ospedale di Sassari. Anche il piccolo è a Sassari, nel reparto di terapia intensiva neonatale, e le sue condizioni sarebbero buone.

In una nota, l’Ats di Olbia ricorda che “la vaccinazione rimane il principale strumento di prevenzione dell’influenza e che, per chi non si fosse ancora vaccinato e presentasse una condizione di rischio, è importante vaccinarsi, anche adesso”.

(Visited 1.579 times, 1 visits today)

Note sull'Autore