La delusione di una mamma di Olbia: “Tanti bambini esclusi dalla scuola estiva del Comune”

La lettera di una mamma di Olbia.

Avrebbe voluto far partecipare il figlio ad “Estate bimbi”, il bando del Comune di Olbia organizzato dalle scuole per i mesi di luglio e agosto, ma il piccolo non è riuscito a entrare nella graduatoria perché i fondi erano pochi.

L’amara sorpresa per una mamma, Debora Maludrottu, che sperava di far divertire il figlio di 8 anni, grazie questa iniziativa a cui si poteva accedere ad un costo agevolato alla scuola estiva. Così, ha scritto una lettera all’assessora alle Politiche sociali Simonetta Lai, chiedendo di stanziare altri fondi per il bando. “Su 150 bambini nella graduatoria finale, solo 71 sono i fortunati beneficiari e gli altri 79 – ha scritto -, tra cui mio figlio, pur avendo tutti i requisiti per poter avere assegnato un posto nella scuola, sono rimasti esclusi perché evidentemente non erano sufficienti i fondi stanziati dal Comune di Olbia. Immaginate la delusione di mio figlio e il mio conseguente dispiacere”.

La madre spiega le ragioni per cui far andare suo figlio al campo estivo sarebbe stato importante per lei. “Abbiamo sentito anche imprenditori e datori di lavoro che non trovano dipendenti stagionali – ha aggiunto -. La scuola estiva consente ai genitori di cercare un impiego stagionale, importante ristoro dopo mesi di buio. Permette ai bambini di continuare a socializzare coi propri compagni. Le famiglie che hanno partecipato al bando evidentemente non possono permettersi di pagare 400 euro per la retta piena”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura