La spiaggia del Lido del Sole tra vandali, spazzatura e ruderi di un tempo che fu – IL REPORTAGE

Il degrado della spiaggia del Lido del Sole.

La spiaggia di Lido del Sole di Olbia è ancora immersa nel degrado. Nonostante la presenza dello stabilimento balneare per disabili, voluto dall’Associazione Asd My Sportabilità e approvato dal Comune di Olbia, la zona versa ancora in uno stato di profondo abbandono. Spazzatura, immobili abbandonati e vegetazione incolta.

Questo è il biglietto da visita che si presenta quando si accede alla spiaggia, che una volta era il luogo delle ferie preferito dagli olbiesi. Vista la presenza dello stabilimento per persone diversamente abili, si pensava che fosse l’inizio di una nuova era per una delle spiagge più vecchie di Olbia, con il coinvolgimento dei proprietari delle strutture ormai in disuso.

Oltre al degrado estetico, la zona è anche stata recentemente oggetto di atti vandalici. Ma il Lido del Sole non era come la conosciamo oggi. Negli anni ’60 era una delle spiagge preferite dagli olbiesi. I ruderi degli immobili che vediamo oggi erano alberghi, residence, bungalow e ristoranti. Un grande richiamo anche per i turisti.

Tra quelle che oggi sono strutture fantasma, c’era l’Hotel Caprile, che sorgeva di fronte al faro di Olbia. È ridotto ad un rudere usato come una discarica da pescatori poco attenti. Il Comune ha emanato un’ordinanza che obbligava i proprietari a mettere in sicurezza l’area con una recinzione. Abbastanza per parlare di rilancio del Lido del Sole?

 

 

 

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura