A Olbia partono i lavori per la nuova rete dell’acqua di Murta Maria

I lavori a Olbia.

Quasi un chilometri di nuove condotte grazie a un investimento di 100mila euro: le squadre di Abbanoa sono a lavoro in questi giorni a Murta Maria, Comune di Olbia, per sostituire integralmente le vecchie reti idriche. Si tratta di un intervento interamente finanziato con i fondi del bilancio di Abbanoa che prevede l’investimento di una quota consistente dei proventi delle bollette proprio a interventi di efficientamento del sistema idrico integrato.

A Murta Maria ce n’era davvero necessità. Le vecchie tubature erano state realizzate decenni fa dai precedenti gestori del servizio idrico con materiali inadatti oppure ormai del tutto deteriorati: ci sono tratti di rete addirittura in materiale plastico, altri in acciaio soggetto a fenomeni di corrosione. I tecnici del Distretto 7 di Olbia appartenente al settore Distribuzione di Abbanoa hanno messo a punto un programma di sostituzione integrale partendo dai tratti che negli ultimi anni avevano registrato numerose rotture tanto da richiedere continui interventi di riparazione.

Il piano approntato è finalizzato, oltre che a una drastica riduzione delle perdite, anche all’ammodernamento delle reti tenendo conto delle problematiche riscontrate negli ultimi anni: sono stati presi in considerazione, infatti, anche i disservizi legati a scarsa pressione e presenza di residui nell’acqua in rete dovuti alla corrosione delle vecchie tubature.  Si è scelto quindi di iniziare il mese scorso da via Nazionale dove sono state sostituite le vecchie tubature in acciaio. In questi giorni i cantieri proseguono in via dello Zenzero dove a garantire il servizio c’erano condotte in materiale plastico ormai del tutto deteriorato. Tutte le nuove condotte, invece, vengono realizzate in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta. Vengono rifatti integralmente anche gli allacci alle utenze servite che possono contare, in questo modo, su un servizio più efficiente e pressioni adeguate.

Proprio su Murta Maria il mese scorso è stato raggiunto l’accordo per il passaggio dal Comune ad Abbanoa del depuratore, delle reti fognarie e dei relativi impianti di sollevamento come definito in diversi incontro avvenuti a Olbia tra il sindaco Settimo Nizzi, il presidente del Cda di Abbanoa Gabriele Racugno e l’amministratore delegato Fernando Ferri. Il Gestore unico investirà un milione e 120mila euro proprio nell’efficientamento del sistema fognario della frazione.

La città di Olbia è inserita anche nei primi trenta Comuni della Sardegna dove sarà attuato il programma di ingegnerizzazione delle reti idriche. Si tratta di un modello innovativo basato sull’azione combinata di misure di campo, studi specialistici sull’assetto di rete, regolazioni e progressivi interventi strutturali sugli asset. Il processo di ingegnerizzazione si svolge a partire da un’indagine sulla rete ammalorata con installazione di misuratori portatili per l’esecuzione di prove idrauliche diurne e notturne e con ispezioni mirate per la localizzazione delle perdite. A tale fase segue la diagnosi, ovvero la definizione delle criticità e delle cause di malfunzionamento della rete, con successivi rilasci di prescrizioni sempre più evolute e dettagliate per le soluzioni tecniche ottimali da adottare, tra le svariate combinazioni possibili, al fine di efficientare la rete dal punto di vista idraulico, energetico e gestionale.

(Visited 302 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!