Monta la protesta al porto di Olbia dopo l’arrivo della nave Alan Kurdi

Momenti di tensione al porto di Olbia.

Monta la protesta a Olbia dopo che la nave Alan Kurdi, con a bordo 125 migranti, è attraccata al porto industriale di Olbia. Molti gli esponenti e consiglieri regionali della lega, tra cui il coordinatore regionale Eugenio Zoffili che è riuscito ad arrivare fino passerella della nave oltrepassando la sicurezza.

La nave Alan Kurdi con 125 migranti è attraccata al porto di Olbia

Proteste anche all’esterno cancelli dove un gruppo di manifestanti si è ritrovato per esprimere la propria contrarietà contro la decisione di far sbarcare i migranti a Olbia. “Si aprono le porte ai clandestini e in malo modo vengono lasciati dietro alle cancellate i consiglieri regionali del popolo sardo che voglio verificare quanto sta succedendo. Una sardegna colpita dall’immigrazione clandestina sulle coste del Sulcis e ora questo pericoloso precedente”, commenta il coordinatore Zoffili.

(Visited 2.828 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!