Quasi un chilo di eroina nello stomaco, arrestati 2 richiedenti asilo

In tutto avevano oltre 50 ovuli.

Nei giorni scorsi, personale della squadra mobile ha tratto in arresto due cittadini stranieri, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In data 23 novembre gli agenti hanno proceduto al controllo, in piazza Colonna Mariana, di un cittadino nigeriano di anni 25, richiedente asilo.

Durante gli accertamenti il predetto ha accusato un lieve malore all’addome che ha insospettito gli agenti. Essendo appena giunto nell’isola proveniente da Salerno per acquistare un’auto, senza essere in grado di indicare la rivendita, concessionaria o privato, sprovvisto inoltre di denaro, permesso di soggiorno e mezzi di sostentamento, è da subito emerso il sospetto che trasportasse droga.

Il 25enne è stato accompagnato presso l’ospedale Santissima Annunziata di Sassari e sottoposto ad accertamenti clinici che hanno evidenziato nell’addome, la presenza di 34 ovuli contenenti sostanza bianca risultata essere eroina per un peso lordo di 500 grammi. Il nigeriano è stato tratto in arresto per detenzione illegale al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e condotto presso la casa circondariale di Bancali.

Un altro cittadino nigeriano, di anni 28, richiedente asilo, residente a Sassari presso un centro di accoglienza è stato tratto in arresto il 28 novembre per lo stesso reato. 

Nel corso di mirato servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di immigrazione clandestina e spaccio di stupefacenti, con particolare riguardo al centro storico, gli agenti hanno proceduto, al controllo di alcuni cittadini extracomunitari, che sostavano nella piazza della stazione ferroviaria.

Il controllo effettuato nei confronti di un nigeriano, ha permesso di rinvenire un biglietto relativo ad un viaggio appena concluso sulla tratta da Civitavecchia a Porto Torres, e al rinvenimento di alcuni barattoli, uno già aperto, di sostanza alimentare in polvere, solitamente destinata all’alimentazione dei neonati. 

Il nervosismo del giovane straniero, tra l’altro inspiegabilmente assente da alcuni giorni dal Cas, dove era ospite, previa autorizzazione del magistrato di turno, ha indotto i poliziotti ad accompagnarlo presso il locale nosocomio, per essere sottoposto ad approfonditi accertamenti clinici al fine di verificare se avesse in corpore sostanza stupefacente.

Gli esami clinici hanno confermato il sospetto degli agenti, cioè la presenza nella parte addominale, di 24 ovuli contenenti della sostanza che, analizzata, è risultata essere eroina, per un peso complessivo di 362 grammi. Lo straniero, completate le formalità di rito, è stato tratto in arresto per trasporto e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, successivamente, trasferito alla locale Casa Circondariale a disposizione dell’autorità giudiziaria.

(Visited 158 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!