Gli arbitri di Olbia campioni di generosità il giorno di Santo Stefano

Boxing day arbitri olbia

Boxing Day da ricordare per i membri dell’Associazione Italiana Arbitri di Olbia

Il 26 dicembre scorso, la sezione dell’Associazione Italiana Arbitri di Olbia ha voluto interpretare il significato più profondo del “boxing day”, che significa letteralmente “giorno dei regali”, festività caratteristica di tutte le nazioni con religione prevalentemente Cattolica che fanno parte del Commonwealth, e “consiste nel portare, il giorno di Santo Stefano, dei doni alle persone più bisognose della società” ha spiegato Serafino Ruoni, Presidente dell’AIA di Olbia.

Così, gli arbitri della sezione arbitrale di Olbia, hanno rinunciato alla classica scampagnata fuori porta di Santo Stefano, per dedicarsi a tre iniziative di volontariato. La sezione cittadina dell’AIA ha infatti messo alcuni arbitri a disposizione dello staff della “mensa dei poveri” di via Canova, per la preparazione del pranzo quotidiano. Successivamente, i fischietti olbiesi hanno fatto visita al reparto di pediatria dell’ospedale San Giovanni Paolo II, in cui hanno consegnato un regalo a ciascun bambino, lasciando anche i regali avanzati a disposizione di tutti i bambini degenti. Infine, gli arbitri olbiesi sono andati a far visita alla casa di riposo “C.I. Terranoa”, dove hanno dato vita a numerosi canti con gli anziani presenti, con i quali poi hanno giocato a tombola, con premi portati, anche questi, dagli arbitri. “È stata un’esperienza che ci ha dato moltissimo, dal punto di vista umano. A dirla tutta, il dono più grande l’abbiamo ricevuto noi stessi, mettendoci a disposizione dei più bisognosi. Pertanto, ringraziamo le tre strutture che ci hanno permesso di interagire con i loro staff e i loro ospiti in questo giorno speciale”, ha spiegato Ruoni.

Attività di utilità sociale a parte, la sezione AIA di Olbia, sita in Piazza Regina Margherita, dopo la pausa per le festività, è nuovamente attiva, ovviamente, anche dal punto di vista sportivo. È in fase organizzativa l’imminente prossimo corso per arbitri, a cui ci si iscrive gratuitamente dai 15 fino ai 34 anni, ottenendo la qualifica di Arbitro Effettivo, una divisa arbitrale ufficiale e la tessera arbitrale, che permette l’accesso in tutti gli stadi italiani, oltre al rimborso per ogni partita arbitrata, che parte da un minimo di 30 euro. Per informazioni è possibile inviare una email all’indirizzo sezionale olbia@aia-figc.it o telefonare al numero 0789 – 27235

(Visited 390 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!