Calcio, Marini e Tusacciu: “Il Porto Rotondo è vivo”

La squadra è ultima a zero punti, ma le prestazioni sono ottime.

Dopo tre giornate di campionato il Porto Rotondo è ultimo nel campionato di Eccellenza. Gli infortuni e gli episodi stanno condizionando questa prima parte di stagione, in cui il Porto Rotondo sfodera ugualmente prestazioni ottime, come quella di domenica contro il Li Punti.

Una partita dura, lottata. Non abbiamo subito la squadra avversaria e la rete subita è frutto di una disattenzione generale. Così Gianmario Tusacciu, nuovo centrocampista esterno sinistro del Porto Rotondo. “Abbiamo cercato di recuperare subito il risultato. Siamo stati sfortunati nell’occasione del palo, il pallone ha preso il palo interno e poi è uscito. La partita è stata equilibrata, nel secondo tempo abbiamo cercato di attaccare da subito, e non abbiamo subito nulla, loro hanno avuto solo una occasione sempre frutto di una nostra indecisione. Ci siamo impegnati, ci abbiamo provato, è mancata solo la rete“.

Sulla stessa lunghezza d’onda il mister Marini. “Partita decisa da un episodio nei primi minuti. Azione un po’ dubbia perchè nata con un giocatore a terra, ma comunque loro son stati bravi a finalizzare ed hanno fatto un bel gol – afferma mister Marini. Per il resto, abbiamo lottato. Nel primo tempo abbiamo avuto una grandissima occasione con la palla sul palo che non è entrata. Anche nel secondo tempo abbiamo cercato di spingere al massimo, la squadra avversaria ha giocato di rimessa ed ha avuto solo una occasione su un errore nostro. Al 94′ abbiamo avuto una occasione enorme, col nostro Budroni che si è inserito alla perfezione davanti al portiere ha stoppato il pallone di testa ma ha tirato alto. Un pallone che se lo calci male entra in rete. Siamo più che vivi, hanno giocato bene anche i subentrati. Veniamo puniti al primo errore, quindi ci teniamo in questo momento la buona prestazione, il buono stato fisico, abbiamo corso molto di più dell’avversario, chi è entrato si è messo a disposizione alla grande. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto e avrebbe rispecchiato l’andamento della partita”.

Il Porto Rotondo si trova alle prese con gli infortuni che lo hanno privato di una prima punta di ruolo, e con l’indisponibilità dello stadio Caocci.

“E’ un momento particolare – prosegue mister Marini -, abbiamo il problema di avere tutte le prime punte non disponibili per infortunio, chi si avvicina al gol è difensore o centrocampista e magari non ha la freddezza di un attaccante. Manca un finalizzatore. Dovremo soffrire, stringere i denti finchè non recupereremo gli infortnati, perchè siamo costretti a far giocare alcuni ragazzi fuori ruolo, e nonostante tutto sfoderiamo ottime prestazioni. Nel frattempo speriamo di non perdere troppo terreno. Ce l’abbiamo fatta l’anno scorso, pensiamo di potercela fare anche quest’anno perchè non abbiamo niente meno degli altri. Il tempo c’è, stringeremo i denti finchè saremo al completo. L’anno scorso abbiamo vinto la prima all’undicesimo turno, quest’anno speriamo di racimolare prima i primi punti. I nostri giovani non devono demoralizzarsi, dobbiamo tenere alto il morale perchè le prestazioni sul campo ci sono, e tra non molto torneranno in campo anche i “grandi” del gruppo, Mulas, Senes, Mascia, che ci daranno maggiore tranquillità. A quel punto ce la potremo giocare con tutti. E poi sarà fondamentale tornare finalmente ad allenarci nel nostro campo. Abbiamo sofferto il fatto di non poterci allenare e di non poter giocare davanti al nostro pubblico. Domenica affronteremo l’Atletico Uri, una delle più forti, ci proveremo. Non molliamo niente – conclude l’allentore del Porto Rotondo Simone Marini -.

(Visited 332 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!