Calcio, il Porto Rotondo torna alla vittoria contro il Ghilarza

porto rotondo mascia marini

La squadra si porta a soli due punti dalla zona salvezza.

Un Porto Rotondo meno appariscente delle ultime uscite ma ma più concreto vince in casa 2 a 1 contro un buon Ghilarza, un risultato che fa fare alla squadra olbiese un balzo in avanti in classifica, portandola a soli due punti dalla zona salvezza. La partita inizia subito col Porto Rotondo in avanti e il gol di Mascia, che al 4′ minuto fredda il portiere ospite con un tiro da posizione defilata, sfruttando al massimo un passaggio di Pilosu. Il Ghilarza reagisce, col passare del tempo accumula minuti di possesso del pallone, anche senza creare particolari problemi per la porta di Melis, ma riuscendo ad agguantare il pareggio al 24′, quando Melis respinge un tiro da da calcio di punizione del Ghilarza, e Pili è appostato in area pronto a ribadire in rete. Errori nei disimpegni e nei passaggi, e poca concentrazione sono i principali problemi del Porto Rotondo in questa fase. Il primo tempo finisce in parità, ma il Porto Rotondo inizia la ripresa ancora molle, e rischia il vantaggio ospite. Dopo il pericolo iniziale, gli uomini di Marini ritrovano grinta e concentrazione e riprendono a giocare il pallone come hanno dimostrato di saper fare nelle partite precedenti. Pressing alto e ritmo più intenso portano gli olbiesi al secondo gol, che arriva ancora con Mascia, al 31′. Bella azione con Faedda e Saggia che si scambiano il pallone. Il terzino lo mette al centro, il pallone arriva al limite dell’area, dove Mascia lo scaglia di sinistra verso la porta. Il Ghilarza cerca nuovamente il pareggio, soprattutto con lanci lunghi ben controllati dalla difesa del Porto Rotondo, che ha gestito il risultato fino alla fine dei cinque minuti di recupero.

Simone Marini è soddisfatto della vittoria, ma non ha gradito i momenti di blackout della squadra. “Bene ma con fatica. Oggi contava portare a casa il risultato e lo abbiamo fatto complicandoci la vita in più occasioni – afferma il tecnico del Porto Rotondo -. Quando la classifica piange ci sta anche la sofferenza. Non abbiamo ripetuto le ultime prestazioni dal punto di vista della qualità del gioco, e posso capirlo, perchè con le dirette concorrenti subentra la paura di non fare risultato, non è come giocare contro la capolista, che si affronta con sfrontatezza. Oggi non siamo stati bellissimi nel gioco, rispetto a quello che possiamo dare, però abbiamo fatto un risultato molto importante. Abbiamo rischiato nel primo tempo, tra primo e secondo tempo ci siamo chiariti, ma all’inizio del secondo tempo abbiamo sbagliato e rischiato ancora. Poi però c’è stata una grande reazione, abbiamo ripreso a giocare, i cambi ci hanno dato una grossa mano e abbiamo portato a casa la vittoria. Non guardiamo la classifica, ci diamo degli obiettivi domenica per domenica, ma è confortante il fatto che abbiamo dato continuità ai risultati e che la squadra abbia saputo reagire ottenendo una bella vittoria. Va bene fare la corsa sulle dirette concorrenti, ma dobbiamo essere bravi a fare punti con tutti. Dobbiamo essere bravi in questo, anche perchè il campionato è molto equilibrato. Mascia ha fatto un’ottima partita, ci ha dato i gol oltre che la qualità, due ciliegine sulla torta fondamentale. E’ un valore aggiunto, lui come gli altri non deve mollare, ci dà e ci darà una mano. Ma è una vittoria del gruppo, contro un ottimo Ghilarza, pronto a reagire, anche dopo esserci detti le cose che dovevamo dirci, tra primo e secondo tempo”.

Oggi alla grande!”, commenta il fantasista Alessandro Mascia. “Il primo gol, è nato sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la difesa ha respinto il pallone, Pilosu me lo ha messo sull’esterno, nella parte sinistra dell’area, al limite, il difensore diretto è uscito per tamponare, sono entrato dentro con una finta e ho scagliato il pallone di coglio pieno sul primo palo. Il secondo gol è nato col pallone respinto dalla difesa al limite dell’area in seguito a un nostro contropiede, ho calciato di sinistro senza pensarci, un difensore ha provato a deviarlo ma è entrato lo stesso. Dedico i gol alla mia bambina, Greta, che ha compiuto un anno pochi giorni fa, e al gruppo della squadra, dai dirigenti a tutta la rosa, che non molla mai. I gol che faccio sono gol di tutta la famiglia Porto Rotondo. Dovevamo fare punti, sono punti importanti, ci danno morale. Abbiamo perso per strada alcuni punti quando meritavamo qualcosa in più, oggi ce li siamo presi con la sofferenza, avevamo fame. Contro la prima in classifica è facile mantenere alta la concentrazione. Oggi eravamo meno attenti. Dopo alcuni momenti di sofferenza tra primo e secondo tempo abbiamo ripreso a giocare, lottando su ogni pallone, e abbiamo portato a casa il risultato finale, che era fondamentale”. Il Porto Rotondo ha fatto un bel balzo in avanti in classifica. “Certo, dobbiamo pensare prima di tutto a noi stessi, ma sapevamo che c’erano degli scontri diretti e che nessuno ci regalerà mai niente. Siamo in un periodo di forma e dobbiamo battere il ferro finchè è caldo. Siamo ancora in zona retrocessione, non abbiamo fatto niente, dobbiamo continuare a lottare senza mollare niente, anche se siamo fiduciosi.”

Porto Rotondo: Melis, Malesa, Faedda, Saggia, Budroni, Muzzu, Muroni, Derosas, Pilosu, Mascia, Tusacciu. In panchina: Deiana, Rassu A., Rassu G., Vitiello, Piemonte, Fresu, Passalenti, Dati, Nieddu. Allenatore: Marini. Sostituzioni: 15’2°t. Passalenti/Muroni, 34′ 2°t. Rassu A./Tusacciu, 37′ 2°t. Piemonte/Derosas, 47’2°t. Rassu G./Mascia.

Ghilarza: Fadda, Spanu, Oppo S., Pili, Pusceddu, Dessolis, Atzei, Marrai, Ibba, Pinna, Giau. In panchina: Carta, Oppo R., Manca, Girseni, Fenu, Boi, Caddeo, Fadda. Sostituzioni: 28′ 2°t. Fadda/Giau, 36′ 2°t.Boi/Spanu,43′ 2°t.Oppo R./Pusceddu

Reti: 4′, 31′ 2°t Mascia (P), 24′ Pili (G)

Ammoniti: Malesa (P), Saggia (P), Pinna (G), Atzei (G), Pili (G)

(Visited 562 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!