Grand Prix of Italy di aquabike a Olbia, ecco le pole position

Ecco la pole position per il Grand prix of Italy a Olbia

Ultimo giorno di preliminari a Olbia per il Grand prix of Italiy di aquabike, definite le pole position per il weekend di gare ufficiali. L’estone Jasmiin Ypraus, il belga Jasmiin Ypraus,e il francese François Medori hanno conquistato le pole position. Guideranno le categorie Ski Ladies GP1, Ski Division GP1 e Runabout GP1 dopo un pomeriggio emozionante a Olbia.

Un enorme schieramento di 167 piloti provenienti da 30 paesi ha messo alla prova gli ufficiali e il programma in modo completo, offrendo uno spettacolo sensazionale di gare in numerose classi.

La conqiesta delle pole position

L’attuale leader del campionato, Jasmiin Ypraus, è stata la migliore della divisione Ski Ladies GP1 e ha conquistato facilmente la pole position davanti all’ex campionessa Emma-Nellie Ortendahl. Ypraus ha dichiarato: “Le qualifiche sono state perfette, devo dire. Il mare non era così mosso come durante le prove del mattino e questo ha fatto la differenza. Le ragazze erano comunque veloci ed è stato molto divertente.”

Un giro finale di 1 minuto e 35.453 secondi ha permesso al leader del campionato il belga Quinten Bossche di conquistare la pole position davanti a Morgan Poret nella Ski Division GP1.

Il campione del mondo in carica François Medori ha stabilito un tempo imbattibile di 1 minuto e 30.870 secondi per strappare la pole position all’estone Mattias Siimann e al co-leader del campionato Samuel Johansson. Medori ha dichiarato: ” Forse la mia ultima pole position è stata 12 anni fa, quindi sono davvero felice. Ma questo è solo l’inizio. Non si ottengono punti per la pole position, quindi dobbiamo rimanere concentrati su Moto 1 e 2 questo fine settimana.”

Le pole position nelle categorie Ski GP3 e GP4, Runabout GP4 e GP4 Ladies, Ski GP2 e Runabout GP2 sono state conquistate rispettivamente dall’ungherese Csongor Jászai, dal francese Baptiste Calmels, dal duo italiano Davide Pontecorvo e Arianna Urlo e dagli estoni Mattias Reinass e Mattias Siimann.

Condividi l'articolo