L’Hermaea Olbia non riesce nell’impresa: Roma passa a Golfo Aranci

Si interrompe la striscia positiva dell’Hermaea Olbia.

Dopo due vittorie consecutive si interrompe la striscia positiva dell’Hermaea Olbia, che nel recupero dell’ottava giornata d’andata della Serie A2 cede in quattro set alla capolista Acqua&Sapone Roma. Le biancoblù hanno lottato, vincendo con merito uno straordinario secondo set, ma alla lunga hanno dovuto arrendersi al predominio delle capitoline, guidate dalle bande Papa e Arciprete, ma anche dal giovanissimo opposto Diop.

Coach Giandomenico deve ancora fare a meno di Coulibaly e Ciani, mentre Korhonen stringe i denti ed è in campo assieme a Stocco, Joly, Ghezzi, Barazza, Angelini e Caforio. Il tecnico ospite Cristofani risponde con Guiducci in diagonale con Adelusi, Papa e Arciprete in posto quattro, Cogliandro e l’ex Rebora al centro e Spirito nel ruolo di libero.

L’Acqua&Sapone cerca di imporsi fin da subito mantenendo un livello alto in battuta. L’Hermaea soffre e, in seguito a tre errori consecutivi, si trova sotto sul 10-5. Giandomenico gioca la carta Minarelli al posto di Joly, ma i risultati non cambiano: Roma è implacabile e, dopo aver toccato il +12 con Adelusi (20-8), chiude senza esitazioni sul 25-11 grazie al pallonetto di Arciprete.

Ben diversa la storia del secondo set: le giallorosse trovano un’altra partenza lanciata (7-2 con Arciprete), ma stavolta le olbiesi non si perdono d’animo e piano piano risalgono la china. Joly è protagonista della fiammata che vale prima la parità a 17 e poi il sorpasso. Dopo un attacco fuori misura di Adelusi per il 20-18, Cristofani è costretto a spendere il primo timeout della gara. Le Wolves si rifanno sotto e contro sorpassano con Adelusi, ma l’Hermea trova risorse da un’ottima Barazza, autrice di due punti in fila per il 24-22. Diop annulla la prima palla set e la battaglia prosegue ai vantaggi: dopo una serie di scambi combattutissimi la spuntano le olbiesi: a decidere sono il muro vincente di Stocco e un attacco potente di Ghezzi (28-26).

Nella terza frazione Roma riprende le redini della gara e si porta ben presto sul 9-3 (muro punto di Arciprete). Le olbiesi, complici le condizioni non perfette di alcune interpreti, non ritrovano la verve del set precedente e scivolano ulteriormente sotto nel punteggio (6-16). Giandomenico pesca ancora dalla panchina Minarelli e cambia la diagonale inserendo Nenni e Zonta. Dopo un piccolo sussulto (ace di Ghezzi per il 13-19), Roma piazza un’altra accelerazione che la porta a chiudere sul 25-15 con una serie di poderosi attacchi di Diop.

Decise a cogliere il successo pieno, le ragazze di Cristofani mettono le cose in discesa già nelle prime battute del quarto game (1-8). L’Acqua&Sapone risponde costantemente ai tentativi di replica dell’Hermaea e chiude rapidamente il match sul 25-13 conquistando la dodicesima vittoria in stagione.

Appuntamento ora a domenica, quando Hermaea e Roma si ritroveranno di fronte sul taraflex del PalaFonte per l’ottava giornata di ritorno.

 “Peccato – commenta coach Giandomenico – Roma ha tenuto un livello altissimo in battuta e ci ha fatti soffrire per tutta la gara. Sono state inoltre sempre puntuali nella fase muro difesa, costringendoci a faticare tantissimo per mettere il pallone per terra. Non faccio drammi comunque. Arrivavamo alla gara con tante difficoltà dal punto di vista fisico. Mi tengo stretto un secondo set strepitoso e la bella prestazione del nostro capitano. Da domani voltiamo pagina e pensiamo alla preparazione della prossima partita”.

“Era difficile e lo sapevamo – spiega Jenny Barazza – era necessario rischiare molto per essere competitivi contro Roma e per un set siamo riusciti nel nostro intento. Purtroppo per fare risultato contro un avversario del genere è necessario essere performanti al 110% per tutta la gara. Roma non ci ha regalato nulla e sarà così anche domenica prossima”.

“E’ stata una partita difficile – afferma il presidente Sarti – Roma è una squadra fortissima, che secondo me è destinata a vincere il campionato. Non sono queste le partite in cui far punti. Le nostre avversarie sono state più forti e hanno vinto con merito”.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 1-3 (11-25 28-26 15-25 14-25)

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 2, Joly 15, Barazza 7, Korhonen 10, Ghezzi 10, Angelini 4, Caforio (L), Zonta 1, Nenni, Minarelli, Poli. Non entrate: Martis. All. Giandomenico.

ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Guiducci 1, Papa 19, Rebora 11, Adelusi 13, Arciprete 17, Cogliandro 1, Spirito (L), Diop 13, Bucci, Consoli, Purashaj. Non entrate: Giugovaz. All. Cristofani. ARBITRI: Proietti, D’Amico. NOTE – Durata set: 19′, 33′, 23′, 22′; Tot: 97′.

(Visited 147 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!