Michele Liceri, pilota di Baja Sardinia, al Rally Italia Sardegna 2019

Il giovane realizza un sogno.

Michele Liceri, venticinquenne di Baja Sardinia, è pilota di rally da 4 anni, dopo alcuni anni di esperienza come co-pilota.

La passione per il rally è nata spontaneamente, essendo nipote di Paolo Liceri, un ex pilota molto noto e stimato nell’ambiente. “Da piccolo facevo i campionati di kart, poi appena ho compiuto 18 anni e mi sono preso la patente, mi sono inserito nel mondo del rally – racconta Liceri -“. “Ho iniziato giovanissimo come co-pilota, e dopo una quindicina di gare all’attivo ho iniziato la carriera di pilota a 21 anni“. L’anno scorso la prima tappa importante della mia vita da pilota, con la partecipazione al Campionato Italiano Rally Terra, uno dei pochissimi sardi che hanno partecipato”.

Evidentemente tanti sponsor hanno puntato su di lui, consentendogli la partecipazione al campionato, nonostante gli ingentissimi costi. “E’ stato fondamentale il supporto degli sponsor, e mi ha aiutato moltissimo il mio co-pilota a reperirli”.

Nel Campionato Italiano sono arrivate le prime soddisfazioni. “Abbiamo vinto il trofeo Yokohama Under 25, e siamo arrivati secondi nel campionato under 25 e terzi nelle due ruote motrici – racconta orgogliosamente Liceri -. Quest’anno io e il mio co-pilota siamo al secondo campionato italiano. Dopo la prima stagione, vedendo che il bilancio era più che positivo, abbiamo sviluppato il progetto che ci ha permesso di partecipare nuovamente al campionato italiano”. Non male per un pilota di 25 anni.

Ma il giovane di Baia Sardinia ha deciso di alzare l’asticella, iscrivendosi col suo esperto co-pilota Salvatore Giulio Mendola al Rally Italia Sardegna 2019, ottava prova del mondiale rally, valida anche per il WRC2, il WRC3 e per il Campionato Italiano Rally, che si svolgerà ad Alghero dal 13 al 16 giugno 2019. “Un sogno che avevo fin da bambino, è una grandissima emozione realizzarlo – ammette il giovane di Baja Sardinia – . Andremo ad affrontare i migliori piloti del mondo. Io sono conscio della mia inesperienza, ma è un’occasione fondamentale per mettere in mostra le mie doti di pilota e farò di tutto per ottenere il miglior risultato possibile, per me, per chi tifa per me e per ringraziare gli sponsor. Inoltre la partecipazione al Rally Italia Sardegna mi darà dei punti validi per il campionato italiano. Con me Salvatore Giulio Mendola, il giusto compagno di avventura, una persona adulta ed esperta, con all’attivo tantissimi rally. La sua esperienza come co-pilota è stata e sarà utile per la mia crescita come pilota, ma anche umanamente il suo supporto è fondamentale. Inoltre mi aiuta con l’aspetto economico e nella ricerca degli sponsor, aspetto fondamentale. Ci conosciamo da tanti anni, lui correva con mio zio, e tutto è nato poco alla volta. Mi sta aiutando e guidando a realizzare i miei sogni e ci tengo a ringraziarlo pubblicamente“.

(Visited 954 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!