L’Olbia recupera lo svantaggio ma viene sconfitta all’ultimo contro la Pro Patria

I bianchi non vincono da 13 giornate.

Anno nuovo, sortilegio antico. A Busto Arsizio l’Olbia ce la mette tutta ma non riesce a spezzare le catene di un incantesimo che allunga ancora una volta i propri nefasti effetti sul campionato dei bianchi. Che non vincono da 13 giornate e se quest’oggi, contro la Pro Patria, hanno saputo dare vita a una prova di sostanza e maturità per due terzi dell’incontro, nel segmento finale si sono trasformati nelle solite sfortunate comparse costrette a recitare (per non dire subire) il solito, amaro copione di eventi che precipitano senza che neanche si possa rendersene conto. Dall’1-2 che odorava di tre meritati punti a un 3-2 che brucia come il sale sulle ferite. Difficile spiegare, difficile digerire una sconfitta maturata in maniera tanto fortuita quanto letale.

E fortuita è stato anche il vantaggio dei bustocchi al 12′, quando Le Noci si vede da Crosta respinta addosso la palla di una precedente conclusione di Galli. Palla che, altrettanto beffardamente, si rivolge al palo prima di gonfiare la rete. La reazione olbiese è veemente e si traduce in un micidiale uno-due firmato Ogunseye: il bomber prima (al 25′) è lesto a depositare in rete l’assist di Ceter e poi (al 33′) a controllare in area un suggerimento di Ragatzu fulminando Tornaghi in uscita.

È il vantaggio che legittima la superiorità di un’Olbia padrona del campo e più brillante di un avversario che in avvio di ripresa rischia di capitolare ancora quando con Ragatzu manda fuori d’un soffio e poi ancora quando Ogunseye conclude a lato, da posizione privilegiata, un’azione spettacolare rifinita da Biancu. E così, a trovare la via della rete, del tutto per caso, è la Pro Patria con il neo entrato Gucci, il quale al 69′ approfitta di un buco difensivo supera Crosta. La partita sembra scorrere verso il pari, quando all’89’ una punizione innocua si trasforma nella seconda grottesca carambola di giornata che regala a Gucci la doppietta personale e alla squadra biancoblù vittoria e tre punti.

La condanna arriva ancora una volta in zona Cesarini. Non resta che rimboccarsi le maniche e riprovarci. Audaci e coraggiosi. Sempre.

TABELLINO
Pro Patria-Olbia 3-2 | 21ª giornata

PRO PATRIA: Tornaghi, Battistini, Zaro, Boffelli, Galli, Ghioldi (65’ Gucci), Bertoni (90’ Lombardoni), Gazo (65’ Pedone), Colombo, Le Noci (70’ Sane), Mastroianni. A disp.: Mangano, Marcone, Molnar, Disabato, Santana. All.: Ivan Javorcic
OLBIA: Crosta, Pinna, Bellodi, Iotti, Cotali, Vallocchia, Muroni, Biancu, Ragatzu, Ceter, Ogunseye. A disp.: Marson, Van der Want, Pitzalis, Pisano, Cusumano, Pennington, Bah. All.: Michele Filippi
ARBITRO: Davide Moriconi (Roma 2). Assistenti: Francesco Cortese (Palermo) e Milos Andulajevic Tomasello (Messina)
MARCATORI: 12’ Le Noci (P), 25’ e 33’ Ogunseye, 69’ e 89’ Gucci (P)
AMMONITI: 20’ Bertoni (P), 22’ Bellodi, 43’ Cotali, 80’ Vallocchia, 84’ Pinna
NOTE: Spettatori 837. Recupero: 0 pt, 3’ st

(Visited 68 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!