Serie C, l’Olbia pareggia in casa dell’ultima in classifica

giana erminio olbia calcio

I Bianchi ottengono il primo punto del 2020.

Il 2020 dell’Olbia si apre come si era chiuso il 2019. Con un pareggio in rimonta. Il punto conquistato sul campo della Giana Erminio arriva con due reti dell’Olbia.

PARTENZA SHOCK. Già, perché dopo nemmeno 12 secondi di gara, i locali si trovavano già in vantaggio. L’Olbia, disattenta, si lascia sorprendere sulla sinistra da dove parte un cross che Gozzi impenna e Cortesi, libero a centro area, gira in rete. E non va meglio con il passare dei minuti. Al 22′ Madonna spunta alle spalle di Mastino, guadagna la sfera, sterza verso l’interno e batte Aresti per il 2-0

LA REAZIONE. Sotto di due reti, l’undici schierato da Brevi, riesce a ritrovare la bussola e a guadagnare terreno. Collezionando una lunga serie di corner che mettono quanto meno in apprensione la retroguardia lombarda. Al 28′ Ogunseye, atterrato al limite, conquista una punizione che Cocco manda di poco alta sulla traversa. Poi, al 36′, una palla recuperata da Demarcus – all’esordio assoluto nei professionisti – innesca l’avanzata di Manca, il cui tiro, smorzato, propizia l’inserimento di Ogunseye che a tu per tu con Leoni fa 2-1.

RIACCIUFFATA. Brevi rimanda la squadra in campo con Parigi al posto di Cocco. In campo l’agonismo e la sabbia sporcano le giocate, ma l’Olbia ci crede e al 60′ Giandonato, l’ultimo arrivato già leader della mediana bianca, inventa una verticalizzazione che in una frazione di secondo presenta Ogunseye per la seconda davanti a Leoni: il diagonale, stavolta di destro, è vincente e vale il 2-2. L’inerzia cambia direzione, i bianchi ci credono e al 67′, ancora su una splendida intuizione di Giandonato, sfiorano con un colpo di testa di Parigi il gol del vantaggio.

GIANA IN ROSSO, OLBIA A SECCO. L’Olbia spinge con veemenza. Al 74′ Pennington è lesto nel lanciare Ogunseye nello spazio, la sterzata verso la porta è poderosa tanto da costringere Gambaretti al fallo da ultimo uomo: rosso diretto e Giana in dieci uomini. Sugli sviluppi della punizione calciata da Giandonato, il numero 9 spizza e prolunga per Pisano che da pochi passi non riesce a correggere in rete. È, nei fatti, l’ultimo sussulto olbiese che, pur in superiorità, paga lo sforzo psicofisico valso il recupero dello doppio svantaggio e non riesce ad affondare il colpo del ko. Neanche con Ogunseye che, all’86’, va vicino alla tripletta e al colpaccio quando non inquadra di poco lo specchio sul bel traversone di Lella. 

 

TABELLINO
Giana Erminio-Olbia 2-2 | 21ª giornata

GIANA ERMINIO: Leoni, Madonna, Gambaretti, Montesano, Solerio, Piccoli, Maltese (80’ Dalla Bona), Pedrini (62’ Pinto), Bellazzini (75’ Perico), Mutton (62’ Perna), Cortesi. A disp.: Marenco, Duguet, Fumagalli, Capano, Zulli, Sosio, Greselin, Corti. All.: Cesare Albè
OLBIA: Aresti, Pisano, Gozzi, La Rosa, Demarcus (69’ Pennington), Lella, Giandonato (90’ Dalla Bernardina), Biancu (29’ Manca), Mastino, Cocco (46’ Parigi), Ogunseye. A disp.: Crosta, Van der Want, Zugaro, Belloni, Verde. All.: Oscar Brevi

ARBITRO: Federico Fontani (Siena). Assistenti: Carmelo De Pasquale (Barcellona Pozzo di Gotto) e Lorenzo Poma (Trapani)
MARCATORI: 1’ Cortesi (G), 22’ Madonna (G), 36’ e 60′ Ogunseye
AMMONITI: 27’ Maltese (G), 30’ Pedrini, 31’ Lella, 84’ Pennington, 87’ Brevi, 91’ Dalla Bernardina
ESPULSO: Al 74’ Gambaretti (G) per fallo da ultimo uomo
NOTE: Recupero: 3’ pt, 4’ st

(Visited 109 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!