Simone Casu, dalla Santa Croce Olbia alla Fulgor Fidenza

I giovani talenti della pallacanestro di Olbia.

Il grande salto, per chi ama lo sport, è ovviamente quello che porta dalle serie inferiori fino in categorie molto alte e in cui ci si può confrontare con atleti di grande livello. Il sogno di qualsiasi giocatore di pallacanestro è chiaramente quello di poter ambire ad esordire nella massima serie, anche se non è affatto così facile come potrebbe sembrare.

Sono tanti gli addetti ai lavori che si sprecano in pronostici di ogni sorta, eppure ciò che alla fine fa la differenza non sono le raccomandazioni o le attenzioni degli scout, quanto piuttosto il lavoro che si fa e si mantiene nella vita di tutti i giorni. La costanza di migliorarsi, giorno dopo giorno, la voglia di arrivare ad alti livelli e di non smettere mai di imparare, a testa bassa, ma mantenendo ben salde quelle che sono le proprie ambizioni.

È chiaro che poi, qualcuno, finisce per scommettere su questi talenti e ci azzecca. Esattamente come chi punta su un risultato piuttosto difficile da pronosticare. D’altra parte, gli amanti delle scommesse e del gioco d’azzardo sanno benissimo il grande lavoro di studio e di analisi che sta dietro ogni puntata. Sul web, poi ci sono tante piattaforme che consentono di puntare in modo rapido e pratico, non solo sugli sport, ma pure, ad esempio, sulla tombola online, uno dei giochi probabilmente più divertenti dell’interno panorama d’azzardo sul web.

Il passaggio di Simone Casu alla Fulgor Fidenza

Simone Casu è il classico esempio di giovane talentuoso, che è riuscito a farsi notare e a fare, nelle dovute proporzioni, un primo grande salto. Infatti, si è trasferito dalla Santa Croce Olbia alla Fulgor Fidenza. Un bel salto, con la possibilità di lavorare con un progetto tecnico di alto livello, giocando nelle squadre u15 e u16 Eccellenza, vivendo e studiando a Fidenza. Un altro giovane sardo di belle speranze che sta tentando di spiccare il volo e che ha dalla sua parte sia il tempo che il talento per raggiungere grandi palcoscenici. Le potenzialità ci sono, tutto il resto dipenderà tanto dalla sua voglia di arrivare a tagliare certi traguardi.

I talenti sardi più interessanti

Oltre a Simone Casu, in Sardegna ci sono anche tanti altri classe 2006 che potrebbero avere un futuro radioso. Chiaramente la Santa Croce Olbia sta facendo un lavoro molto importante con i giovani e, di conseguenza, si può considerare come una delle società più interessanti, anche per tutti gli scout che sono alla ricerca di giovani talentuosi.

La nidiata del 2006 sembra essere stata particolarmente proficua in Sardegna, dato che di giovani talenti ce ne sono numerosi. Partiamo da Federico e Alessandro Mazzoleni: si tratta di due gemelli che sono alti più di 190 cm e che hanno tutte le potenzialità e le carte in regola per poter crescere. Il fatto di avere in famiglia due genitori che hanno giocato a basket, di cui il padre è pure il loro allenatore alla Santa Croce Olbia, può essere sicuramente uno stimolo in più per arrivare ad alti livelli.

Altri talenti da tenere d’occhio sono Alessandro Dore, ma anche Stefano Trucchetti, che è già finito a Desio, senza dimenticare Lorenzo Raspa e Nicolò Gaias. Questi ultimi due talenti sono cresciuti alla Santa Croce Olbia e hanno sempre ben figurato in campo, rientrando spesso e volentieri tra i migliori. Angelo Molle, anche dal punto di vista fisico, ha tutte le carte in regola per poter crescere, anche in virtù del fatto che il padre supera i 2 metri di altezza.

È ovvio che si tratta tutti di ragazzi molto giovani e che, di conseguenza, hanno bisogno di confrontarsi con un livello di pallacanestro un po’ più alto rispetto a quello sardo, ma è abbastanza facile intuire come tutto questo faccia ben capire come anche in Sardegna si sta sviluppando una nuova e importante cultura legata ai giovani e al basket.

(Visited 139 times, 2 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!