L’Olbia ritrova la vittoria contro la Carrarese

I bianchi si impongono per 3 a 1.

E poteva anche finire in goleada. L’Olbia frantuma la Carrarese infliggendole la seconda sconfitta stagionale che manda in solluchero il popolo del Nespoli per la qualità e la quantità delle giocate di stampa biancolbiese che hanno caratterizzato un pomeriggio da consegnare direttamente agli almanacchi e ai ricordi della memoria collettiva. Contro la corazzata marmifera, l’Olbia della talentuosa gioventù si impone con un 3-1 che, per quanto visto in campo, sta anche stretto. Un gol annullato, una traversa e una miriade di occasioni a tu per tu con il portiere toscano legittimano una supremazia in campo limpida e mai in discussione. È la revanche bianca, è il trionfo della perseveranza e del lavoro. 

L’Olbia, in campo con tre 2000 (Bellodi, Pitzalis e Biancu) parte forse in sordina, rendendosi tuttavia pericolosa sui calci piazzati. All’8′ Borra, indisturbato al centro dell’area piccola, non trattiene la sfera in uscita e Iotti, lì appostato, è lesto a mandare in rete, ma l’arbitro annulla per un presunto fallo di Pisano. Il gol ospite arriva alla prima sortita con Varoneche, sul cross di Bentivegna, in tuffo di testa batte Van der Want. L’Olbia non si scompone e torna a macinare gioco mettendo la museruola a Maccarone e Tavano e venendo fuori nel rispetto dei dettami forniti da mister Filippi che invita a velocizzare la giocata in verticale. Al 19′ è Bellodi a rendersi protagonista con un colpo di testa che si stampa sulla traversa e rimbalza sulla linea. I bianchi non demordono e alzano i ritmi con un Peralta ispiratissimo che al 24′ serve Ceter in profondità, ma l’attaccante colombiano, ostacolato ai limiti della regolarità, manda di poco a lato. È solo un acconto delle pene che i marmiferi gialloblù andranno a soffrire a fronte delle martellate olbiesi, tanto che al 37′ ancora Peralta scappa sulla sinistra e mette dentro una palla che Ragatzu legge, aspetta e scarica al volo sul primo palo: 1-1. E sul pari e patta si va al riposo. 

C’è voglia di vincere negli occhi della truppa di Filippi e così, dopo appena 2′ dal ritorno in campo, Ragatzu si traveste in assistman per Biancu che, a centro area, controlla la sfera e batte Borra segnando il suo primo gol stagionale che vale il 2-1. È un’Olbia da assalto che strappa applausi sugli spalti e in campo mostra carattere da vendere. Pitzalis gioca da veterano, Muroni aspira e pulisce qualsiasi pallone vagante, Bellodi e Iotti due rocce. La Carrarese ci prova invano, i bianchi invece iniziano a sciupare palle gol a ripetizione. Filippi innesta forze fresche allo scoccare dell’ora di gioco, mandando dentro Ogunseye e Vallocchia per Peralta e Biancu. Al 69′ un generosissimo Ceter resiste alla carica di Ricci e tenta un pallonetto che Borra, bravo in uscita, intercetta in fase montante. Al 77′ ci prova Ogunseye (tiro strozzato), mentre all’81’ dopo qualche tentativo inoffensivo, la Carrarese ci prova con un debole colpo di testa di Latte Lath. L’Olbia risponde con un nuovo contropiede: Ogunseye lavora bene per Ragatzu che entra in area e si accentra ma perde il tempo per il tiro, con Pennington a rimorchio che viene murato da Karkalis. All’85’ i bianchi ci riprovano, ma né Ceter né Ogunseye, davanti alla porta, riescono a chiudere la gara. Il brivido del palo colpito con un colpo di testa da Ricci L. è il segnale che non bisogna più sbagliare. E così, al quinto tentativo, l’Olbia chiude la gara al 94′ con Maffei che, con rapacità, ribatte in rete una respinta del portiere su Ceter.

È il gol del 3-1 ed è il gol che chiama il signor Annaloro al triplice fischio. Dopo 94′ di ritmi indiavolati e frenetici, l’Olbia ritorna alla vittoria. Una vittoria semplicemente splendida. Sotto un sole che sembra voler anticipare la primavera biancolbiese.  

TABELLINO
Olbia-Carrarese 3-1 | 27ª giornata

OLBIA: Van der Want, Pisano, Bellodi, Iotti, Pitzalis, Biancu (62’ Vallocchia), Muroni, Pennington (87’ Gemmi), Peralta (63’ Ogunseye), Ragatzu (87’ Maffei), Ceter. A disp.: Romboli, Marson, Cotali, Cusumano, Della Bernardina, Bah. All.: Michele Filippi.
CARRARESE: Borra, Rosaia (67’ Carissoni), Ricci G., Karkalis, Ricci L., Agyei (52’ Valente), Varone, Tavano (62’ Biasci), Piscopo (52’ Cardoselli), Bentivegna, Maccarone (67’ Latte Lath). A disp.: Mazzini, Rollandi, Alari. All.: Silvio Baldini. 
ARBITRO: Riccardo Annaloro di Collegno. Assistenti: Ramy Younes di Torino e Francesco Perrelli di Isernia
MARCATORI: 16’ Varone (C), 37’ Ragatzu, 47’ Biancu, 94’ Maffei
AMMONITI: 43’ Karkalis, 59’ Biancu, 88’ Maffei
NOTE: Spettatori: 850 (di cui 88 ospiti). Recupero: 1’ pt, 4’ st.

(Visited 59 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!