A Tempio assegnate le borse di studio alla memoria del professor Tomaso Panu

Le borse di studio a Tempio Pausania.

Oggi 8 marzo alle ore 16, nel Salone di Rappresentanza del Comune di Tempio Pausania, si terrà la consegna delle pergamene ricordo agli studenti vincitori delle borse di studio intitolate alla memoria del professor Tomaso Panu. Per il secondo anno consecutivo l’Amministrazione comunale ha voluto ricordare uno dei più grandi intellettuali sardi degli ultimi decenni attraverso l’istituzione di una borsa che premia gli studenti meritevoli.

La cerimonia avrà luogo alla sola presenza dei premiati e delle loro famiglie, dei dirigenti scolastici e dei familiari del professor Panu, accolti dal sindaco Gianni Addis, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Monica Liguori, dalla Giunta Comunale e dall’Assessore Regionale della Pubblica istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Andrea Biancareddu, egli stesso ex allievo del professor Panu.

L’istituzione di una borsa di studio intitolata al professor Tomaso Panu è un’iniziativa fortemente voluta dalla amministrazione comunale tempiese e promossa dall’assessore alla Pubblica Istruzione Monica Liguori.

“Si tratta – ha ricordato il sindaco di Tempio Gianni Addis – della seconda edizione del premio con quale l’Amministrazione ha voluto onorare la figura di un concittadino di altissimo prestigio e livello per la nostra Isola, un intellettuale raffinato che aveva anche rivestito la carica di sindaco della nostra Città e che si era ritagliato un ruolo importantissimo nel panorama culturale sardo e anche in quello nazionale.”

Obiettivo della borsa è premiare le eccellenze scolastiche cittadine che mettono in risalto il forte vivaio culturale presente negli Istituti scolastici tempiesi e anche quest’anno, attraverso un bando di concorso riservato agli studenti meritevoli delle classi terminali di tutte le scuole superiori di primo e secondo grado della città, sono state quindi assegnate 9 borse di studio del valore di 500 euro ciascuna, finanziate con risorse esclusivamente comunali.

“Nonostante la difficile condizione che hanno dovuto affrontare in questi tre anni di pandemia – ha ricordato il sindaco Addis –i nostri ragazzi hanno dimostrato di poter eccellere nello studio, grazie anche all’encomiabile supporto delle famiglie e del sistema scolastico cittadino. Quest’anno inoltre, per la prima volta, una borsa di studio è stata assegnata a una studentessa frequentante i corsi scolastici serali, un chiaro segno di come determinazione e volontà siano caratteristiche imprescindibili nello studio, premiate dal bando intitolato al professor Panu”.

Anche l’assessore alla Cultura Monica Liguori ha espresso viva soddisfazione per il buon esito dell’iniziativa: “Siamo veramente felici di poter premiare per il secondo anno consecutivo i valenti ragazzi delle scuole tempiesi, non solo perché lo meritano, ma anche perché la borsa di studio è un incentivo, al di la dell’encomio, che la società è tenuta a dare ai ragazzi, ai giovani che si affacciano alla vita: perché se loro si impegneranno al meglio nel futuro ci sarà sempre qualcuno che se ne terrà conto. Tempio è un luogo di eccellenze in vari settori e la scuola è uno di questi. La nostra Città ha una grande tradizione culturale e di questa grande tradizione culturale scolastica tempiese Tomaso Panu è stato un emblema, sostenitore di una cultura profonda da condividere con il prossimo, con gli studenti, con i suoi concittadini e con il mondo, attraverso i suoi scritti, in particolare quelli sulla storia di Tempio e della Gallura.”

“Inoltre, dietro ogni ragazzo del mondo e di Tempio c’è una famiglia che li motiva – ricorda l’assessore Liguori – e quindi la borsa di studio è anche un riconoscimento del valore della famiglia che sostiene i propri figli.”

Tomaso Panu è stato una delle figure di riferimento per il mondo intellettuale di tutta la Gallura. Professore di filosofia al liceo Dettori, nonché autore di diversi saggi e libri di storia locale, egli è stato maestro stimato e amato da tante generazioni di giovani studenti. Per questo motivo l’amministrazione comunale, come sottolinea l’assessore Liguori, ritiene “l’istituzione di questa borsa di studio un onore”. “La nostra Città – sottolinea Liguori – ha avuto tra i suoi cittadini più illustri un fine intellettuale quale Tomaso Panu, docente eccellente che ha trasmesso tantissimo ai suoi allievi, sia sul piano umano che su quello didattico, contribuendo a far sbocciare nel territorio tante nuove eccellenze”.

Le nove borse di studio assegnate in questa seconda edizione sono state così ripartite:

  • 3 borse sono andate all’Istituto TCG “Don Gavino Pes” a favore degli studenti: Pierangela Vermiglio (Erula) del corso AFM – Amministrazione Finanza e Marketing; Giuliana Serra (Tempio Pausania) del corso CAT – Costruzione Ambiente Territorio; Gabriele Pampiro (Tempio Pausania) del corso ITI – Informatica e Telecomunicazioni;
  • 1 borsa al Liceo artistico “Fabrizio De André” per lo studente Diarra Bourama (Trinità D’Agultu);
  • 4 borse al Liceo Statale “G.M. Dettori” per gli allievi: Marcello Aisoni (Tempio Pausania) del Liceo Classico; Rosa Demuru (Luras) del Liceo Scientifico, Chiara Battino (Trinità d’Agultu) del Liceo delle Scienze Umane e Michela Secci (Tempio Pausania) del Liceo Linguistico;
  • 1 borsa alla Scuola Secondaria di 1° grado “Grazia Deledda” allo studente Emanuele Mulas (Sarule).
Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura