Muntoni e il suo impegno per il recupero della stazione di Tempio: “Vorrei farne un centro culturale”

La voce del Coro Gabriel gestisce il bar della stazione di Tempio.

Marco Muntoni, tempiese di 53 anni e voce del Coro Gabriel, oggi gestisce il bar della suggestiva stazione di Tempio Pausania, contribuendo a promuovere la storia del posto con originali mostre di artisti locali e concerti. Ma la sua biografia è legata indubbiamente al folklore gallurese. “La passione ce l’ho avuta dentro casa e l’ho vissuta fin da piccolo perché mio nonno e mio padre erano cantadores”, racconta Marco. Verso i 30 anni entra a far parte dell’Accademia Villa Templi, gruppo folk che gli permette di girare il mondo e conoscere altre culture e tradizioni.

Poi la svolta: la collaborazione con il musicista ed allora presidente dell’Accademia Coro Gabriel, Sandro Fresi, che lo porta a cantare nel Coro Gabriel. “Oggi siamo quasi ai 20 anni, mi sento cresciuto, girare il mondo mi ha dato un’apertura mentale importante perché hai la possibilità di confrontarti con altre realtà”, afferma Marco.

“Cinque anni fa però mi sono dovuto inventare qualcosa, dopo aver perso il lavoro”. E così comincia una nuova avventura in campo culturale nel nascente Spazio Faber, aiutato dal presidente della Pro Loco Tonino Pirrigheddu. Qui la collaborazione cresce finché ecco la possibilità di gestire per la Pro Loco, come volontario il bar della stazione, compresa la Sala Biasi e l’officina, esempio di archeologia industriale, nella quale accompagna turisti e tempiesi increduli per ammirare la carrozza reale Bauchiero del 1913. “La stazione mi è sempre piaciuta, ma volevo farla diventare un centro culturale, convinzione che si è rafforzata dopo l’episodio di vandalismo di due anni fa”, confessa.

Sotto la guida di Muntoni il bar della stazione si fa promotore di cultura e di eventi di rilievo. Tappa del Festival Ottobre in Poesia, ha ospitato le mostre di Cristina Maddalena, Francesco Carta, Patrizia Palitta, Mario Bianchi e concerti dal vivo come quello tra il chitarrista Roberto Diana e il Coro Gabriel che ha portato ad una collaborazione musicale. A fine maggio è atteso un disco con l’aiuto di Giulia Cartasegna al violino.

(Visited 2.102 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!