Il comitato per l’ospedale chiede un incontro all’assessore regionale alla Sanità Nieddu

Pronto l’esposto per l’ospedale di Tempio.

Si è conclusa giovedì la raccolta firme di Abali Basta a supporto dell’esposto da presentare in Procura a difesa del reparto di Ostetricia e Ginecologia.

Sono circa 1.700 le firme raccolte, con diverse griglie consegnate in tarda serata al termine di una lunga assemblea nella sala Cup del Dettori alla quale ha partecipato anche Martinella Diana, legale del movimento Abali Basta.

“La perdurante chiusura del reparto di Ginecologia e Ostetricia del Paolo Dettori è illegittima, fondata su un atto amministrativo privo di causa e viola il diritto alla salute della popolazione di tutto il territorio, nega il diritto all’accesso alle cure, implica un enorme spreco di risorse pubbliche”, ha dichiarato Diana.

Tutto pronto, dunque, per l’imminente incontro con Gregorio Capasso, procuratore capo a Tempio Pausania, il quale riceverà il voluminoso materiale di griglie e documenti d’identità a supporto dell’esposto.

Mentre prosegue l’incertezza sul futuro di Chirurgia – reparto con una dotazione di personale al limite e sempre a rischio stop nell’eventuale assenza di una sola delle unità in servizio – Abali Basta si muove anche sul fronte dell’Assessorato regionale alla Sanità.

Il movimento fa sapere che nel corso della prossima settimana, oltre consegnare esposto e firme in Procura, richiederà un incontro urgente con l’assessore Mario Nieddu. Il movimento vuole conoscere quali siano le reali e specifiche intenzioni della Giunta e, in particolare, dell’assessore alla Sanità riguardo il Paolo Dettori di Tempio e tutti gli altri ospedali minori dell’Isola.

Alcuni indirizzi sono stati già espressi da Nieddu che ha parlato di potenziamento, scongiurando la chiusura dei nosocomi, rassicurazioni in linea con quanto più volte garantito dall’ex assessore Luigi Arru.

Lo stesso Nieddu circa due settimane fa ha “benedetto” il Mater Olbia parlando, sempre sulla scia di quanto sostenuto dall’ex Giunta, di abbattimento di mobilità passiva e alta qualità dell’iniziativa.

Abali Basta richiederà un incontro con una propria delegazione tramite il consigliere dell’Udc Andrea Biancareddu, peraltro ancora tra i papabili per una nomina ad assessore nella Giunta Solinas.

(Visited 444 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!