Il Covid ha fatto aumentare il prezzo delle case di Olbia

Aumenta il valore delle case a Olbia.

Il Covid influisce sul valore della propria casa. In questo periodo, infatti, vendere la propria casa potrebbe essere un’occasione anche a Olbia. Lo afferma un’indagine del portale di annunci Immobiliare.it. Se nell’ottobre del 2019 una casa a Olbia valeva 2.632 euro al metro quadro, nello stesso periodo dell’anno corrente il valore degli immobili di Olbia sulla vendita è incrementato del 10,68%, con 2.913 euro al metro quadro. Anche il canone richiesto degli affitti ha subito un sensibile incremento. Lo scorso anno, infatti, affittare una casa a Olbia costava 14,90 euro al metro quadro, mentre nel mese di ottobre di quest’anno è salito al 16,20 euro.

Anche i dati dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare (Omiletici) dell’Agenzia delle Entrate, relativi all’anno 2020, confermano la tendenza e anzi aggiungono che il prezzo medio degli appartamenti in vendita è di circa il 32% superiore alla media in Sardegna e circa il 14% superiore alla media provinciale.

Il prezzo medio delle case a Olbia cambia però in base alle zone della città. È più basso, ad esempio, il valore nel centro storico, viale Aldo Moro, Vittorio Veneto e Murta Maria. Il valore delle case è riferito alla quotazione media cittadina, che equivale, secondo l’Omi, a 2.550 euro per metro quadro.

Il prezzo medio degli appartamenti nel centro storico è di circa 1.900 euro/ metro quadro, una quotazione molto inferiore a quella media, che si aggira a 2.550 euro. Leggermente inferiore al prezzo medio del centro di Olbia quello degli appartamenti in zona Vittorio Veneto. La quotazione è di circa 1.800 euro/ metro quadro. Ancora più basso il prezzo medio degli appartamenti in zona Aldo Moro, di circa 1.750 euro/ metro quadro. A Murta Maria le quotazioni delle case ammontano a circa 2.300 euro/ metro quadro.

Dove valgono di più le case? Chiaramente nelle località di mare come Pittulongu, Porto Rotondo e Portisco. Nella frazione Pittulongu la media di quotazione è di circa 2.950 euro/ metro quadro, superando anche il prezzo medio di 2.550 euro al metro quadro. Decisamente più alto il valore delle case a Porto Rotondo, dove la quotazione sale di circa 4.200 euro/ metro quadro. Altra zona desicamente più “vip” è Portisco. Una casa fronte mare arriva ad essere quotata di circa 3.800 euro/metro quadro.

Un mercato immobiliare dinamico quello di Olbia, insomma, che registra un’incremento di compravendite nonostante l’aumento dei prezzi. “Abbiamo assistito ad un aumento delle vendite, anche grazie alla spinta positiva data dalle banche che concedono tassi di interesse bassi – ha detto Maurizio d’Auria broker dell’agenzia Re/Max – Le esigenze di chi cerca casa sono cambiate. Gli acquirenti acquistano case al piano terra con un giardino”.

Le incertezze sono quelle che riguardano le zone più turistiche della città. “Ci sono zone stagionali come Murta Maria e Porto San Paolo – ha detto Marco Corda, responsabile dell’agenzia Tecnocasa – dove le vendite sono per lo più per residenze a uso stagionale. Molti acquirenti sono dubbiosi e si chiedono se sia conveniente comprare una casa se poi non ci si possa spostare”.

Per quanto riguarda le vendite c’è poi chi parla di una ripresa dopo il lockdown ed un calo durante la seconda ondata con preferenze verso case più grandi e dotate di spazi esterni. “Oggi c’è chi tende a trattare il prezzo al ribasso – ha detto Gianni Campus dell’agenzia Gabetti di Olbia –. Ad esempio, mi è capitato che un cliente volesse una casa a 70mila euro sul prezzo iniziale di 120mila”. Per quanto riguarda le locazioni permane la tendenza a preferire l’occupazione per la stagione estiva.

Quali sono quindi le previsioni future? “C’è incertezza per il 2021 – ha riposto d’Auria -. Con la pandemia e conseguentemente la crisi del lavoro il mercato immobiliare subirà una perdita. Urge anche una politica abitativa a favore anche delle fasce più deboli”

(Visited 4.924 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!