I primi promossi a Olbia ed in Gallura dell’esame di maturità: l’ansia, l’attesa e poi la festa con mascherina

L’esame di maturità in Gallura.

A scuola si entrava scaglionati, questa mattina. Mascherina sul viso, fascio di libri ed appunti stretti sotto il braccio. La tensione era palpabile. L’abbiamo sempre avuta tutti all’esame di quinta, ma forse per gli studenti della maturità di quest’anno è una sensazione diversa. Sarà per l’assenza di condivisione in aula con i compagni di buona parte delle lezioni. Sarà per la mancanza di quella prima prova collettiva, che come un rito apotropaico serviva ad esorcizzare tutte le altre.

I primi promossi dei licei di Olbia: “Un’emozione incredibile tornare a scuola”

Fatto sta che fuori dalle scuole superiori quest’oggi l’ansia sembrava la si potesse fare a fette. “Ho l’esame domani, ma sono qui a fare supporto al mio amico che è dentro – raccontava Erik, all’esterno del Gramsci di Olbia -. È stato un anno assurdo e non mi sento preparato”. Margherita sbirciava i riassunti prima di essere chiamata fuori all’ingresso del Panedda. “Speriamo vada tutto bene”, si limitava a ripetere. Sono 13mila in tutto gli studenti in Sardegna che dovranno sostenere l’esame in questo inedito formato. Da questa mattina sono iniziati i primi colloqui. 

Tra ansie, speranze ed incertezze, per gli studenti di Olbia e della Gallura

Le regole sono state spiegare nelle ultime settimane. All’inizio si chiede allo studente di presentare un elaborato sulle discipline di indirizzo. Segue l’analisi di un breve testo di letteratura italiana e, infine, le domande sulle altre materie. Ci si presenta a scuola secondo un calendario concordato. Occorre la mascherina, non servono i guanti. All’ingresso della scuola viene misurata la temperatura e viene chiesto di lavarsi le mani il gel igienizzante.

Al liceo Dettori di Tempio dopo l’esame di maturità: “È andata. Ma quanta tensione”

Questa mattina anche il governatore Christian Solinas ha rivolto agli studenti un caloroso “in bocca al lupo”. “Per tutti – ha detto il presidente – questo è uno dei momenti indimenticabili della vita, sempre ricordato ed evocato come una grande sfida. Per voi che sostenete l’esame in condizioni del tutto eccezionali e, speriamo, irripetibili, lo sarà forse ancora di più”.

(Visited 4.394 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!