Sassari-Olbia, i nuovi tratti, i cantieri aperti e la data della fine lavori

La fine dei lavori sulla Sassari-Olbia.

La Sassari-Olbia è da tempo simbolo di lavori infiniti in Sardegna. L’assessore ai Lavori pubblici Antonio Piu, insieme ai vertici regionali di Anas, ha effettuato un tour di dieci ore per valutare i progressi sulle principali strade statali dell’isola, in vista dell’incremento del traffico estivo. Durante il tour, è stato annunciato che entro il 31 dicembre chiuderanno tutti i cantieri sulla Sassari-Olbia. Già da fine luglio si vedranno i primi miglioramenti con l’apertura completa al traffico del lotto 2, fra Ardara e Ozieri.

Il responsabile Anas per l’isola, Francesco Ruocco, ha garantito che entro il 30 luglio saranno aperte al traffico tutte e quattro le corsie e i lavori proseguiranno sulla viabilità complanare. Tuttavia, il nodo più critico, nel lotto 4 in territorio di Oschiri, vedrà il ripristino del traffico su quattro corsie entro il 28 luglio. La sfida ingegneristica maggiore è la realizzazione del viadotto sul Rio Mannu, composto di tre ponti a quattro campate in acciaio, con il completamento previsto per novembre. La conclusione dei lavori sull’intera Sassari-Olbia è attesa per il 31 dicembre, grazie alla sinergia tra committenti, progettisti e imprese.

Il tour è poi proseguito verso il lago del Coghinas, lungo la statale 392 che collega Oschiri a Tempio. Il Ponte Diana, chiuso dal 2022, dovrebbe riaprire il 15 luglio, come ha spiegato il sindaco di Oschiri, Roberto Carta, sottolineando i disagi per residenti e servizi durante la chiusura. Ruocco ha confermato che l’impegno delle imprese appaltatrici permetterà di raggiungere l’obiettivo della riapertura al traffico il prima possibile, con continue riorganizzazioni e nuove soluzioni.

Condividi l'articolo