I progetti realizzati e quelli che restano da finire in questi 5 anni a Olbia dall’amministrazione Nizzi

I progetti di Olbia.

Sono tanti i progetti realizzati a Olbia negli ultimi anni a cui l’amministrazione Nizzi ha tagliato il nastro. Ma ce ne sono altrettanti che aspettano di essere realizzati. Il più recente portato a termine, lo conosciamo tutti, è quello del nuovo lungomare di Olbia. Tra i progetti non ancora realizzati dall’attuale amministrazione comunale forse il più rappresentativo è quello dell’Iti, che comporterà la riqualificazione del quartiere Sacra Famiglia e di Poltu Cuadu.

I progetti attesi.

Ancora oggi questi due quartieri versano in una condizione di degrado urbano e di isolamento. Il progetto ambizioso prevede la nascita del parco Mogadiscio, in un’area che oggi viene utilizzata come discarica abusiva ma che racchiude elementi paesaggistici straordinari. Il progetto è stato finanziato con fondi europei dall’amministrazione comunale di Giovannelli e oltre al parco prevede anche il rifacimento del ponte di ferro e la riqualificazione del teatro Michelucci.

L’altro progetto, questi invece il più atteso, è quello della mitigazione del rischio idrogeologico. “È il progetto più grande di tutti – conferma il sindaco di Olbia Settimo Nizzi -, ma abbiamo messo le basi affinché ciò possa accadere in poco tempo”. Tuttavia, il primo cittadino ha dichiarato che in poco tempo ci saranno nuove notizie importanti per quanto riguarda il Pai.

Sarà questione di giorni, infine, l’inaugurazione della nuova stazione ferroviaria, che decreterà in futuro la rinascita di un quartiere come quello di via Vittorio Veneto tagliato in due dai passaggi a livello. La struttura è quasi finita, così come i binari. “Sarà uno dei primi atti di riqualificazione dei quartieri più disastrati – spiega Nizzi -, rendere agevole il traffico in città a fronte della chiusura dei passaggi a livello di Porto Romano e via Mameli, ben sapendo che con Rfi i rapporti sono in avanzato stato di progettazione per la realizzazione del raccordo ferroviario per il porto che permetterà di collegare l’aeroporto con la stazione e viaggiare in modo tranquillo senza rischiare di inquinare e trovarsi nel traffico io penso che tra poco tempo vivremo una stagione migliore per i trasporti”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura