Che saldi di fine stagione saranno quest’anno a Olbia e in Gallura

I saldi estivi a Olbia.

Cominciano i saldi di fine stagione in Sardegna e a Olbia. Le offerte nei negozi partiranno da sabato 3 luglio. A comunicarlo è l’assessorato regionale del Turismo.

Il protocollo delle associazioni dei commercianti.

Per l’occasione, Confcommercio ha ricordato, che come lo scorso anno, dovranno essere rispettate le norme di distanziamento e i protocolli contro i contagi del covid. Le associazioni di categoria Confcommercio e Federmoda hanno sintetizzato in un decalogo una serie di regole per effettuate i “saldi sicuri”, rivolto a esercenti e clienti. Resta l’obbligo della mascherina all’interno del negozio e la disinfezione delle mani, includendo informazioni utili per cambiare i capi danneggiati o favorire i pagamenti digitali. Ma che saldi saranno quelli dell’estate 2021?

“Da una prima valutazione gli operatori vivono un momento di speranza, che i saldi possano produrre buoni affari e rassegnazione – ha detto il direttore di Confcommercio Olbia Nino Seu – in quanto lo stesso strumento dei saldi oramai appare superato, poiché tantissime aziende anticipano le vendite scontate fuori dal periodo. L’argomento è da diverso tempo in discussione su come riorganizzare le vendite straordinarie che sicuramente hanno perso appeal sia tra gli operatori che gli stessi consumatori. Tuttavia, visto che stiamo uscendo da un periodo così drammatico, la speranza è che la voglia di uscire delle persone il bel tempo spinga i consumatori a spendere e che anche i saldi possano essere una buona occasione per fare degli affari interessanti”.

Della stessa opinione è anche il presidente di Federmoda Gallura Gino Piro. “Mi auguro che quest’anno sarà meglio – ha dichiarato – le prospettive sono buone e si presuppone che il turismo sarà molto presente. Con la clientela locale abbiamo fatto piccole forme di promozione, perché il problema non è stato il covid ma sopratutto l’e-commerce, cresciuto fino al 40%, purtroppo diventato malcostume che sta penalizzando il commercio locale. Noi puntiamo a fidelizzare il cliente e coltivare il rapporto umano, quello che è mancato anche a causa della pandemia”.

(Visited 1.642 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!