Salmo e il concerto sotto la ruota panoramica di Olbia: tutto finito con una multa

Arriva il conto per il concerto di Salmo davanti alla ruota panoramica di Olbia

Con un ammenda da 5.000 euro Salmo chiude la pratica del concerto improvvisato sotto la ruota panoramica di Olbia il 13 agosto 2021. Nessuna violazione delle misure anti-Covid, ma solo la mancata comunicazione dell’evento. Questo il conto finale che è stato presentato all’artista che quest’anno è tornato a esibirsi nella sua città. Al Red Valley festival è stato acclamato da 26mila persone paganti, mentre l’estate scorsa erano stati 3.500 gli spettatori raggiunti dal passaparola che si erano ritrovati a sentirlo gratis sotto “La Maestosa“.

Kevin Lupetti, l’imprenditore che ha portato sul molo di Olbia la ruota panoramica, esce indenne dalla vicenda. Mentre Alfredo Sechi, un dipendente addetto alla struttura, ha subito la stessa condanna di Salmo, ma ha deciso di opporsi. La decisione di Salmo di riportare la musica in piazza dopo due anni di pandemia e stop ai concerti creò reazioni contrastanti. Come gesto di solidarietà verso gli operatori del settore rimasti bloccati a casa, aveva organizzato l’evento a sorpresa con un colpo di mano. Alla fine, il conto è stato molto meno salato di quanto si temesse.

Si chiude così una vicenda che aveva agitato l’estate scorsa scatenando dure reazioni da parte dei colleghi del rapper olbiese. Lo scontro più duro fu quello con Fedez, ma anche per quella vicenda è arrivato il lieto fine quando il cantante milanese ha raggiunto Salmo sul palco di San Siro davanti a 50mila persone in delirio.

Condividi l'articolo