Caos sanità in Gallura, carenza di medici e sindaci in rivolta

guardie turistiche gallura

Chiudono le guardie mediche per carenza di persona, caso sanità in Gallura

Caos sanità in Gallura per la carenza di medici proprio con l’inizio della stagione turistica e l’invasione di turisti che metterà a dura prova il sistema. I sindaci ieri hanno incontrato il Dg della Asl e l’assessore alla Sanità, ma Bartolazzi ha dovuto interrompere il collegamento, scatenando la dura reazione dei primi cittadini. Le fasce tricolori dell’Alta Gallura avrebbero voluto approfondire meglio i problemi. Oggi si sono ritrovati a Tempio annunciando una mobilitazione compatta perché sia garantita l’assistenza sanitaria ai residenti.

Per comprendere il bello della situazione basta leggere la comunicazione del direttore del Distretto di Olbia della Asl. “Ambulatorio Continuità Assistenziale (Guardia Medica) di Giugno – segnalazioni di criticità nella copertura dei turni di servizio per il mese di Giugno 2024 a causa della grave e persistente carenza di medici“. Tutto parte dalle comunicazioni del settore Risorse umane “con le quali vengono messe ancora una volta in evidenza le enormi difficoltà che sta incontrando la medesima nel reperire medici per coprire le sedi di continuità assistenziale; con la presente si comunica che nel mese in corso , non si possono garantire tutti i turni di guardia”.

Su 12 giorni rimanenti di giugno, ce ne sono sette senza copertura: 19,21,23,25 e dal 27 al 30 giugno 2024. “La popolazione, in caso di emergenza dovrà, come di consueto ,fare sempre riferimento al Servizio di Emergenza Territoriale 118 e al Pronto soccorso del P.O di Olbia”.

Condividi l'articolo