Screening e test sierologici, tutti i dati dai distretti sanitari della Gallura

La campagna di screening in Gallura.

Proseguono a Olbia i test sierologici dedicati al personale della scuola, docente e non docente. Questo pomeriggio hanno preso il via anche i test nel distretto di La Maddalena, mentre ieri sono stati completati quelli a Tempio Pausania.

A Tempio sono stati circa 350 gli operatori delle scuole del territorio che negli scorsi giorni si sono sottoposti ai test sierologici garantiti dal personale del distretto di Tempio.

A Olbia allo scorso sabato, e per tutta questa settimana, nei gazebo allestiti all’esterno della struttura sanitaria San Giovanni di Dio, nell’ingresso di via Borromini, a Olbia, il personale del distretto procederà ad effettuare i test sierologici per il personale della scuole del territorio. Sono oltre 1.300 quelli della sola città di Olbia che hanno aderito allo screening. Sono circa 600 quelli già eseguiti. Sulla base delle adesioni verranno soddisfatte anche le richieste delle scuole del territorio dove l’inizio della scuola è stato rimandato in molte strutture.

Nel pomeriggio di oggi, nella sede del distretto di La Maddalena, in località Padule, a La Maddalena, sono stati eseguiti una ottantina di test sierologici, tutto il personale degli Istituti scolastici dell’Isola che in questi giorno hanno inviato la loro richiesta di adesione.

Al fine di evitare assembramenti le convocazioni degli insegnanti vengono effettuate dagli istituti scolastici, in collaborazione con i distretti e le amministrazioni comunali coinvolte. Per effettuare il test bisogna esser muniti di tessera sanitaria e carta d’identità, oltre all’utilizzo delle mascherine. Verrà richiesto il rispetto del distanziamento sociale. 

Si ricorda che a differenza del tampone, che indica se l’infezione è attualmente in atto, i test sierologici scoprono se i soggetti sono entrati in contatto con il virus, individuando gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta al virus. Se l’esito dell’esame sierologico dovesse essere positivo, verrà effettuato il tampone naso-faringeo. Aderire all’indagine sierologica sul personale scolastico è quindi importante per proteggere se stessi e gli altri dal rischio di un eventuale contagio e per far ripartire la scuola in sicurezza. 

(Visited 4.222 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!