Dissequestrati i cantieri, i lavori sulla strada del Monte Pino possono ripartire

Via i sigilli ai cantieri della strada di Monte Pino.

Ad un anno dal sequestro dei cantieri finalmente i lavori per la strada del Monte Pino possono ripartire.

Il Tribunale di Tempio, come riporta La Nuova Sardegna, ha infatti dato il via libera al dissequestro dei cantieri, dopo le indagini per far luce su alcuni crolli che si erano verificati nel maggio del 2020 a causa delle forti piogge. Sotto la lente degli investigatori erano finiti i lavori realizzati dalla Imp Costruzioni di Caloforte che successivamente si era ritirata lasciando il cantiere ad un terzo del completamento.

Una storia travagliata quella della strada del Monte Pino dopo la tragedia del ciclone Cleopatra del 2013, nella quale persero la vita 3 persone: Bruno Fiore con la moglie Sebastiana Brundu e la consuocera Maria Loriga. Per quella disgrazia pochi giorni fa si è espressa anche la Corte d’Appello di Sassari condannando il progettista a un anno e 4 mesi per omicidio colposo. Ora, dopo quasi 8 anni, i lavori potranno riprendere.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura