Nuovo stop sulla strada di Monte Pino a Olbia: i cantieri finiscono sotto sequestro

Sequestrati i cantieri sulla strada di Monte Pino.

Nuova svolta sui lavori per la ricostruzione della strada del Monte Pino a Olbia, diventata tristemente famosa per il crollo durante l’alluvione del 2013 in cui persero la vita 3 persone: Bruno Fiore con la moglie Sebastiana Brundu e la consuocera Maria Loriga.

La procura di Tempio ha infatti messo sotto sequestro i cantieri per la ricostruzione. Sotto la lente degli investigatori i lavori realizzati dalla Imp Costruzioni di Caloforte che successivamente si era ritirata lasciando il cantiere ad un terzo del completamento. Una decisione derivata anche dopo che a inizio maggio una parte della costruzione era crollata nuovamente a causa delle forti piogge.

Sopralluoghi e verifiche sulle modalità di costruzione e sui materiali utilizzati per accertare che sia stato svolto tutto secondo le regole. Dopo quasi 7 anni dalla tragedia la costruzione del Monte Pino dovrà ancora attendere la conclusione delle indagini.

(Visited 1.366 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!