Il Tag della Gallura si schiera per la difesa della sanità: “I presidi vanno garantiti”

La posizione del Tavolo delle associazioni della Gallura.

“Abbiamo appreso dalla forte denuncia fatta dai medici primari degli ospedali della ASL 2, che hanno rappresentato con estrema chiarezza la grave situazione nella quale sono costretti ad operare, quale sia il livello dell’assistenza sanitaria in Gallura. Come Tavolo delle associazioni abbiamo ritenuto opportuno esprimere la nostra solidarietà ai medici ed a tutti gli operatori, ma soprattutto unirci, con il peso delle imprese e dei lavoratori che rappresentiamo al grido di allarme che i primari dei nosocomi galluresi hanno voluto lanciare”. Le parole arrivano dal Tag della Gallura, per voce del suo coordinatore Giacomo Meloni.

“La situazione della pandemia e la riorganizzazione dei servizi sanitari in questo territorio ci hanno certamente rappresentato in tutta la sua criticità quali e quante problematiche sono legate a questo tipo di carenze – prosegue Meloni -. Non è ammissibile che un territorio sia totalmente sprovvisto di presidi di base. Non stiamo neppure parlando di scegliere tra specializzazioni, reparti o altri aspetti di carattere organizzativo, ma di avere un minimo di assistenza per le banali quotidiane esigenze di una popolazione che vive su un territorio in un paese d’Europa”.

Ma secondo il Tag c’è di più. “Questa lezione deve anche insegnarci ad affrontare i problemi dei servizi pubblici in Gallura in modo più maturo e più consapevole. La crescita e lo sviluppo di questo territorio passano anche attraverso la crescita della coscienza civica e l’acquisizione della consapevolezza di lottare per i nostri diritti, se vogliamo avere almeno la speranza che possano essere riconosciuti”, conclude.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura