Voli cancellati, navi sempre in ritardo, se arrivare a Olbia e nel Nord Sardegna per l’estate sta diventando un incubo

La situazione dell’estate nel Nord Sardegna.

Voli cancellati, prezzi a volte alle stelle e tratte navali sparite nel nulla. Questa potrebbe essere la sintesi del primo mese e mezzo della stagione turistica 2020 per chi ha scelto, o avrebbe voluto scegliere, la Sardegna, la Gallura, la provincia di Sassari e Olbia come destinazione per le proprie vacanze. Una situazione già complessa a causa dell’epidemia di coronavirus, prima, e delle conseguenti restrizioni, poi. Un caos trasporti che non sta favorendo sicuramente l’afflusso turistico, così come non ha aiutato gli operatori del settore a risollevarsi dalla grande crisi che li sta attanagliando.

Il coronavirus penalizza l’estate di Olbia: “Ancora fermi i grandi eventi”

Tante le lamentele che arrivano dagli aspiranti viaggiatori. Si parte dall’aumento dei costi dei biglietti, operato da alcuni vettori navali, per terminare con l’ondata di cancellazione di voli che si è protratta, in particolar modo, fino ai primi 10 giorni di luglio. Un fenomeno, quest’ultimo, che ha visto tra le principali protagoniste Easy Jet, entrata, insieme ad altre compagnie, anche nell’occhio del ciclone anche dell’Unione Europea per la conseguente gestione dei rimborsi dei biglietti.

Per quanto riguarda i traghetti, invece, molti passeggeri negli ultimi giorni si sono trovati alle prese con la sparizione delle tratte operate da Civitavecchia e Genova verso la Sardegna e viceversa. Le rotte da alcuni giorni non sono più acquistabili senza che sia stata fornita alcuna spiegazione. Persistono, infine, più o meno con tutte le compagnie di navigazione anche i ritardi su partenze e arrivi, in particolare dagli scali di Olbia e Porto Torres.

A denunciare la situazione è stato, nei giorni scorsi, anche il presidente dell’Associazione degli industriali del centro nord Sardegna Giuseppe Ruggiu che ha scritto direttamente all’Enac, chiedono il suo intervento. “Chiediamo che sia garantita la massima vigilanza, severità e rapidità nelle conseguenti decisioni a tutela dei viaggiatori e delle aziende ricettive”, ha esortato Ruggiu la direttrice di Enac Sardegna Daniela Candido. Nella lettera è stato messo in evidenza il problema dei voli cancellati e si è chiesto che venga garantita la massima vigilanza, severità e rapidità nelle conseguenti decisioni a tutela dei viaggiatori e delle aziende ricettive danneggiate dai comportamenti delle compagnie aeree.

Voli cancellati e turisti a casa, la protesta degli hotel di Sassari e della Gallura

“Continuiamo a ricevere numerose segnalazioni e lamentele da parte di importanti operatori economici associati del settore turistico ricettivo, che lamentano continui annullamenti di prenotazioni a causa di ingiustificate cancellazioni di voli verso gli aeroporti sardi, da parte di numerose compagnie aeree, nazionali ed estere – ha affermato Ruggiu –. La già difficile congiuntura economica che sta costringendo le aziende, nei limiti del possibile, a no sforzo sovrumano per salvare la stagione, non può essere aggravata da comportamenti che, come abbiamo già avuto modo di evidenziare, non rispettano le regole e le disposizioni di normative comunitarie cogenti”.

(Visited 5.052 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!