Si tuffano in acqua con un carrello della spesa: la bravata a Golfo Aranci

L’intervento della Guardia costiera a Golfo Aranci.

Fine settimana, quello appena trascorso, particolarmente denso di segnalazioni per l’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci che ha dovuto gestire oltre 100 chiamate telefoniche pervenute da privati cittadini. Segnalazioni e richieste di informazioni di varia natura, a cui gli uomini in divisa bianca hanno poi dato seguito mediante verifiche con mezzi via mare, pattuglie a terra, o con richieste di collaborazione a concessionari e bagnini. Ad ogni segnalazione è stata data la necessaria attenzione al fine di evitare che un piccolo evento potesse trasformarsi in un tragico incidente.

Purtroppo molte segnalazioni hanno riguardato comportamenti scorretti da parte di diportisti e bagnanti e la Guardia Costiera di Golfo Aranci, e gli Uffici di Porto Cervo e Porto Rotondo sono intervenuti con attività preventive e laddove necessario con attività repressive con elevazioni di sanzioni e diffide a carico dei trasgressori.

Molta preoccupazione destano alcuni comportamenti pericolosi tenuti dai ragazzi, a cui si rivolge un richiamo ad essere maggiormente rispettosi delle regole per tutelare la propria e l’altrui incolumità, in quanto le coste ed il mare nascondono molte insidie.

La bravata fa il giro dei social, trascinano il carrello in mezzo alla strada dal motorino a San Teodoro

Infatti, una delle segnalazioni ha riguardato alcuni ragazzi che stavano effettuando tuffi dal Lungomare di Golfo Aranci lanciandosi in acqua con un carrello della spesa. Alla vista dei militari i responsabili si sono scappati lasciando il carrello in acqua. L’oggetto è stato poi recuperato mediante l’aiuto di volontari, ed è ora custodito presso gli Uffici di Golfo Aranci pronto per essere restituito al supermercato che ne riconosca la proprietà.

(Visited 1.712 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!