Olbia conferisce la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto

La cittadinanza onoraria al Milite Ignoto a Olbia

Il Comune di Olbia ha aderito all’iniziativa, promossa dal Comando militare dell’esercito della Sardegna, per conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto per il centenario della sua morte.

Il soldato senza identità caduto in Guerra, sepolto nel 1921 all’Altare della Patria a Roma. “Riconoscergli la cittadinanza onoraria significa affermare che i valori che chi la riceve ha difeso e portato avanti nella sua esistenza sono i valori di cui crede tutta la comunità – ha dichiarato l’assessora alla Cultura Sabrina Serra -, che l’impegno e definizione profusa hanno portato i frutti buoni e permanenti per tutti è proprio con per questo spirito che oggi celebriamo questa ricorrenza”.

“Durante quest’anno l’Italia commemora il centenario del Milite Ignoto simbolo di tutti i caduti di ogni tempo e luogo per la patria – ha proseguito – questa sepoltura rappresenta per tutti i noi le migliaia di soldati che sono caduti per la difesa dell’intera comunità nazionali”. Durante la seduta non è mancata qualche polemica durante il consiglio comunale, mossa dalla minoranza a causa della mancanza del sindaco Settimo Nizzi .

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura