Calcio, Eccellenza: il Porto Rotondo perde e si rammarica

PORTO ROTONDO SIMONE MARINI

Il pareggio arrivato nel recupero è stato annullato per un fuorigioco dubbio.

Il Porto Rotondo torna dalla trasferta di Bosa con nessun punto guadagnato e grande rammarico per aver giocato un’ottima partita senza riuscire a raccogliere punti. In campo i galluresi si schierano col 4-3-3 con il difensore esterno Malesa portato sulla linea di centrocampo.

Nel primo tempo si è fatta sentire ancora una volta l’assenza di una prima punta capace di finalizzare il gioco prodotto. Il Porto Rotondo spreca due palle gol con Passalenti, che non riesce a battere il portiere avversario. Una terza palla gol capita a Piemonte, ma il portiere si supera e neutralizza l’offensiva biancazzurra. Il Bosa va in gol al 37′. Sugli sviluppi di una rimessa laterale contestata dal Porto Rotondo, nasce l’azione che porta il Bosa a calciare una punizione dal limite dell’area. Il difensore Ledda intuisce la traiettoria del pallone e si fa trovare pronto a infilare il pallone in rete. Ennesima disattenzione che costa cara al Porto Rotondo, che al 40′ subisce anche un calcio di rigore dubbio. Carboni, 40 anni, giocatore esperto che ha calcato i campi di Serie B, va a contatto con un difensore del Porto Rotondo in Area e va a terra urlando. Per l’arbitro è calcio di rigore, che lo stesso attaccante del Bosa trasforma.

Nel secondo tempo il Porto Rotondo sembra spaesato, ma col passare dei minuti prende in mano le redini del gioco, anche in virtù delle sostituzioni, che sembrano dare una marcia in più ai biancazzurri. I galluresi riescono ad accorciare le distanze al 41′, con Muroni, subentrato, che si fa trovare pronto a infilare in porta un pallone proveniente dalla fascia in seguito al cross di Malesa. Difficilissimo esterno destro al volo che non lascia scampo al portiere del Bosa. Finale concitato, con l’arrembaggio del Porto Rotondo che riuscirebbe anche a pareggiare nel recupero, ma viene fermato da un fuorigioco dubbio. Lancio di Derosas, verso Muroni. Un difensore devia il pallone, che finisce a Paolo Putzu, che calcia in porta. Il portiere smanaccia, col pallone che rimane lì, al limite dell’area. Malesa è in zona e si avventa sul pallone mettendolo in gol. I giocatori festeggiano, ma l’assistente dell’arbitro alza la bandierina, in quanto il giocatore del Porto Rotondo sarebbe finito in posizione di fuorigioco. Situazione certamente difficile da leggere in pochi istanti, che ha decretato l’annullamento del gol del pareggio. Il Porto Rotondo torna a casa a mani vuote, col rammarico di aver creato molte occasioni senza riuscire a finalizzarle.

BOSA 2 – 1 PORTO ROTONDO

Bosa: Sechi antonio, Dettori Davide, Pinna Davide, Bachis Federico (36′ 2t Mastinu Antonio), Ledda Antonio Martino (25′ 2t Pischedda Alessandro), Maida Simone, Oggiano Riccardo, Ruggiu Marco, Fiori Fabio (8′ 2t Spada Davide) , Carboni Salvatore, Pinna Giovanni. In panchina: Piras Antonio, Usai Andrea, Soru Simone, Pischedda Gianpietro, Pes Lorenzo, Cabiddu Luca.

Porto Rotondo: Melis Luca, Frisciata Daniele (30′ 2t Mascia Alessandro), Faedda Paolo, Saggia Samuele, Budroni Fabio, Muzzu Riccardo, Piemonte Simone (25′ 2t Putzu Paolo), Malesa Jacopo, Passalenti Ivan (39′ 2t Derosas Fedele), Rassu Giovanni (25′ 2t Vitiello Gabriele), Tusacciu Gianmario (18′ 2t Muroni Samuele). In panchina: Deiana Fabrizio, Rassu Alessandro, Dati Luigi, Fresu Vincenzo. Allenatore: Marini Simone.

Reti: 37′ Ledda Antonio Martino (B), 40’R Carboni Salvatore (B), 86′ Muroni (PR)

Ammoniti: Fiori Fabio (B), Dettori Davide (B), Ruggiu Marco (B).

(Visited 284 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!