Calcio, le impressioni dei protagonisti di Ferrini – Porto Rotondo

Intervista a mister Simone Marini e capitan Giovanni Rassu del Porto Rotondo, e a mister Sebastiano Pinna della Ferrini Cagliari

Il Porto Rotondo è tornato dalla trasferta di Cagliari con una sconfitta per una rete a zero che avrebbe potuto tranquillamente essere un pareggio.

Ai galluresi non ha sorriso la fortuna, dato che due reti sono state annullate dalla terna arbitrale per fuorigioco.

“E’ partita meglio la Ferrini, abbiamo subito gol abbastanza presto, un bellissimo gol di Simoni – afferma Simone Marini, allenatore del Porto Rotondo -. Poi il secondo tiro che abbiamo subito è stato su calcio di punizione. Nel primo tempo non siamo stati molto pericolosi perchè avevamo fretta di raddrizzare la partita. Nel secondo tempo siamo stati più propositivi, la Ferrini ha abbassato il baricentro, pur riuscendo a ripartire giocando di rimessa. Siamo arrivati due-tre volte davanti al portiere, ci hanno annullato due gol per fuorigioco, qualche episodio in area avrebbe potuto cambiare il risultato, anche se non è stato così. Abbiamo cercato con Putzu a dare un po’ pi di vivacità in avanti per far allargare la difesa avversaria. Non ci siamo riusciti”.

L’allenatore dei biancazzurri è comunque soddisfatto dalla prestazione della sua squadra. “Sono contento dell’atteggiamento in campo è stato buono dall’inizio, nonostante i tanti problemi attuali, abbiamo fatto una buona partita“.

Sui giovani schierati in campo dal Porto Rotondo mister Marini ha un giudizio molto positivo. “Samuele Saggia ormai lo conosciamo, non sembra neanche più di parlare di un giovane, è un ragazzo del 2000 ma è fondamentale. Molto bene Paolo Faedda, ha fatto una’ottima partita sia in fase offensiva che in fase difensiva, e anche Simone Piemonte, a cui è stato annullato un gol, e anche i ragazzi che sono entrati, Muroni, Putzu e Fresu hanno giocato una buona partita”.

Il capitano Giovanni Rassu, analizza la partita del Porto Rotondo: “Al di là del risultato penso che abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo preso gol all’inizio, un gran gol peraltro, imparabile, ma abbiamo cercato di fare la nostra partita. Palla a terra, contro un’ottima squadra, abbiamo avuto anche qualche occasione gol. Qualche episodio dubbio. Ci sta, possono sbagliare gli arbitri come sbagliamo noi. Anche se la Ferrini non ha rubato nulla ed ha giocato una buona partita, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto per il gioco e per le occasioni che si sono viste in campo. Ma siamo sereni, era la prima partita, abbiamo tutto il campionato davanti. Ripartiamo dalle cose belle che abbiamo fatto ma soprattutto da qualche errore che dobbiamo eliminare, cercando di essere più cattivi sotto porta e di gestire meglio il pallone in certi frangenti della partita. Ci aspetta un campionato di estrema sofferenza. Siamo una squadra molto giovane, sono arrivati dei bravi giovani dall’Olbia Calcio che devono crescere e hanno bisogno dell’aiuto di noi grandi. Ci auguriamo di salvarci in maniera più serena rispetto all’anno scorso. Dobbiamo giocare tutte le partite come se fossero delle finali, e poi a fine campionato vedremo i risultati”.

Rassu invita gli appassionati di calcio olbiesi ad andare allo stadio domenica per la prima di campionato in casa del Porto Rotondo. “Spero che venga più gente di Olbia a vedere le nostre partite e a sostenerci. Anche se l’Olbia Calcio è la prima squadra di Olbia e gioca in Serie C, il tifo di casa per noi è fondamentale e ci dà una carica in più quando giochiamo nel nostro campo. Invito tutti gli appassionati di calcio di Olbia a venire a vedere le nostre partite“.

Dall’altra parte soddisfazione, sorrisi e pacche sulle spalle per la vittoria alla prima giornata di campionato. “Sapevamo che il Porto Rotondo è un avversario difficile. Prima di tutto perché si sono salvati lo scorso con grande merito, in secondo luogo, perché hanno fatto degli acquisti importanti come Malesa e Tusacciu – afferma l’allenatore della Ferrini, l’ex giocatore del Cagliari Sebastiano Pinna -. E infatti è stata una partita tosta, anche se devo essere sincero, abbiamo meritato la vittoria perché dopo essere andati in vantaggio abbiamo creato altre tre/quattro occasioni da gol, il nostro portiere non ha fatto parate. A loro hanno annullato 2 gol, ma la bandierina era già sollevata. Non abbiamo chiuso la partita, e in questi casi l’avversario prende coraggio e cerca di pareggiare con gli episodi. Nel secondo tempo abbiamo avuto dei momenti di pausa, secondo me è da migliorare questo aspetto, dobbiamo continuare a giocare per chiudere la partita. Ma sono tutti aspetti che si perfezionano nel corso del campionato, è difficile trovare una squadra perfetta alla prima giornata. Sono contento perché è stata una bella vittoria, meritata, abbiamo lavorato molto bene in questi 40 giorni, ci siamo presentati pronti all’appuntamento. Quello di oggi era uno spareggio salvezza, e il nostro obiettivo è salvarci. Faccio i complimenti ai ragazzi“.

(Visited 512 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!