Eccellenza, sconfitta per il Porto Rotondo, la delusione di mister Marini

Muzzu Marini Porto RotondoMuzzu Marini Porto Rotondo

La squadra non ha mostrato la stessa cattiveria delle ultime uscite.

Il Porto Rotondo ha perso l’ultima partita del girone di andata contro il Ghilarza per 0 a 1 mostrando un passo indietro rispetto alle prestazioni recenti in cui la grinta e la determinazione insieme alla concentrazione avevano mostrato dei segnali confortanti.

Partita povera di occasioni da gol, risolta con un episodio: al 15′ della ripresa angolo concesso agli ospiti, Gutierrez è ben appostato in area e di testa batte Melis. Dopo aver subito il gol, la squadra di Marini ha mostrato una reazione, tuttavia non sufficiente a recuperare il risultato.

Mister Marini, visibilmente deluso, commenta così la prestazione dei biancazzurri: “Abbiamo fatto un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Dopo tre prestazioni in cui avevamo mostrato dei miglioramenti, soprattutto sull’atteggiamento, sull’aggressività aggressività e sulla propositività, oggi ci siamo adattati al ritmo del Ghilarza, che è una squadra sorniona, esperta, che difende molto bene, e noi ci siamo un po’ intestarditi a giocare poco con la palla a terra e siamo andati a sbattere contro il loro muro difensivo. Ripartivano bene, con giocate semplici, ma efficaci, e noi abbiamo concesso troppi calci d’angolo anche per poca lucidità nostra, e su uno di questi abbiamo preso gol. Da lì ci siamo un po’ svegliati e abbiamo fatto qualcosa di buono, anche se non con la brillantezza dell’atteggiamento delle ultime uscite. Siamo andati vicini al pareggio in un paio di occasioni, ma è stato bravo il loro portiere. Ma oggi abbiamo avuto un atteggiamento un po’ compassato e a volte anche un po’ superficiale, passivo, non con la fame che dobbiamo avere per poter sperare nella salvezza. Una squadra che si deve salvare deve avere la fame che abbiamo avuto nelle ultime prestazioni, oggi è un mancata, e non è dovuto al fatto che abbiamo sottovalutato l’avversario, che è quarto in classifica, ma non abbiamo avuto la giusta umiltà. Quello di oggi, visti i risultati, era un turno da sfruttare per risalire in classifica e riavvicinarci ai playout, invece siamo stati raggiunti dall’Asseminese che ha vinto con risultato tennistico contro il Castiadas. Nel girone di ritorno dovremo fare sicuramente più del doppio dei punti che abbiamo fatto, le il tempo e potenzialità ci sono, dobbiamo lavorare sui nostri limiti”.

Anche il capitano del Porto Rotondo esprime delusione per la prestazione della squadra: “Un passo indietro rispetto alle ultime 3 partite, siamo calati di ritmo e non abbiamo avuto la stessa cattiveria, e l’abbiamo pagata. Soprattutto in questo momento non ce lo possiamo permettere, perchè finchè la mettiamo sulla grinta e sulla cattiveria ce la giochiamo con tutti. Oggi invece abbiamo permesso agli avversari di vincere la partita senza strafare. Abbiamo sofferto solo su qualche calcio piazzato su occasioni che abbiamo concesso per nostri errori. Tutte le squadre sono alla nostra portata, abbiamo i giocatori per giocarcela con chiunque, siamo mancati noi nella prestazione e nella cattiveria”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura