L’Olbia Calcio giocò per vincere, il Piacenza recrimina: “Incredibile”. La risposta dell’Olbia

Inaspettata e fuori luogo l’uscita del presidente del Piacenza.

L’Olbia Calcio esprime il proprio sgomento in seguito alle dichiarazioni rilasciate alla stampa il giorno sabato 15 giugno dal signor Marco Gatti, presidente in carica del Piacenza Calcio 1919, dopo la finale play off per la promozione in serie B persa dal Piacenza contro il Trapani

Durante la conferenza stampa post partita di Trapani-Piacenza, elencando le cause della mancata promozione, Gatti ha ritenuto opportuno fare un passo indietro, tornando al 27 aprile, giorno del 37ª e penultimo turno di campionato, in cui Olbia e Piacenza si affrontarono al Garilli – vittoria del Piacenza per 3 a 2.

Riferendosi anche all’Olbia, Gatti ha dichiarato: “Voglio parlare di quello che ci è successo, perché dopo la partita vinta con l’Entella è successo qualcosa secondo me di incredibile perché abbiamo giocato le due partite successive contro squadre che sembrava si giocassero la Champions League, cosa che probabilmente non è successa al nostro avversario”.

La Società trova sconcertante vedere accostato il proprio nome a un presunto disegno volto a compromettere il conseguimento degli obiettivi stagionali del Piacenza, nel quadro di una stagione calcistica, questo sì, indubbiamente pregiudicata da procedimenti e violazioni che niente hanno a che vedere con l’Olbia Calcio e che si spera non abbiano più a ripetersi in futuro”

Quella osservata dall’Olbia in occasione della gara Piacenza-Olbia dello scorso 27 aprile- prosegue la notA del club –, è stata, senza dubbio alcuno, una condotta di inappuntabile sportività e di rispetto nei confronti dell’avversario, della competizione e dell’onorabilità di una Lega che ogni singolo club è tenuto a rappresentare al meglio sia in Italia che agli occhi di ci guarda dall’estero. Un atteggiamento che il club ritiene del tutto normale e che niente ha di “incredibile”“.  

Già in data 29 aprile il presidente Gatti fu inibito sino al 7 maggio 2019 in seguito al comportamento offensivo rivolto nei confronti di un dirigente dell’Olbia. Seguirono dichiarazioni da parte di tesserati del Piacenza di sbigottimento per l’impegno massimo profuso da un’Olbia che non aveva più obiettivi di classifica da raggiungere. “Allora il club decise di accettarli come complimenti indiretti e per tali continueranno a essere presi. Perché l’Olbia Calcio è orgogliosa di poter dire che l’obiettivo primario è sarà sempre quello di onorare tutte le partite come fossero finali di Champions League“.

(Visited 377 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!