Il centro di Olbia resta una polveriera, la preoccupazione dei negozi

Allarme nel centro di Olbia.

Un mese dopo la violenta rissa in piazza Matteotti, ad Olbia, il problema non è ancora risolto. Nonostante le richieste dei commercianti di avere un presidio da parte delle forze dell’ordine e il provvedimento restrittivo del sindaco, Settimo Nizzi, il centro resta una polveriera. Nelle scorse ore un’altra aggressione ha rischiato di finire in tragedia.

La rissa in centro.

Una maxi rissa si era registrata lo scorso 22 maggio, in piazza Matteotti. Ad esser coinvolti furono numerosi giovani, in gran parte minori che all’arrivo dei carabinieri si erano inizialmente rifiutati nella maggior parte dei casi di fornire le proprie generalità. Il motivo della rissa parrebbe collegato al consumo di bevande alcooliche fornite senza tener conto dell’età dei consumatori da parte di alcuni esercenti stranieri che gestiscono le attività commerciali della piazza.

La richiesta dei commercianti.

Le risse nel centro storico di Olbia non sono più soltanto un problema di ordine pubblico, ma rischiano di diventare un problema di sicurezza, oltre che economico per gli esercenti delle zone coinvolte. Col presidio fisso in piazza Mercato, dove nelle scorse ore si è registrata una violenta aggressione, il degrado si è spostato verso piazza Matteotti e piazza Regina Margherita. In piazza Mercato, inoltre, c’è anche un problema di droga. Da qui la richiesta dei commercianti per avere maggiori tutele e controlli da parte delle forze dell’ordine.

L’ordinanza del sindaco Nizzi.

Per tentare di arginare il fenomeno il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, provò ad usare il pugno di ferro annunciando il pugno di ferro. “Saremo inflessibili. metteremo a in campo tutte le forze possibili per individuate tutti colpevoli – annunciò a gran voce comunicando che l’amministrazione comunale si sarebbe costituirà parte civile nell’eventuale processo -. Ciò che è successo non deve più accadere“.

L’aggressione delle scorse ore.

Nelle scorse ore un giovane straniero aveva iniziato a litigare con la sua compagna, nella zona di piazza Mercato, passando dalle parole alle mani. Un 24enne, italiano, nel tentativo di difendere quest’ultima, ha tentato di bloccare la ferocia dell’extracomunitario che per tutta risposta lo ha pestato brutalmente provocandogli lesioni gravi, che potrebbero comportare la perdita di un occhio.

(Visited 2.428 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!