La Maddalena, la polemica del caro traghetti adesso si sposta in Regione: “Dobbiamo trovare una soluzione”

La polemica del caro traghetti arriva in Regione.

Dopo le denunce dei cittadini e il sostegno alle loro proteste del sindaco di La Maddalena Luca Montella, adesso la polemica sul caro traghetti per raggiungere l’arcipelago si sposta in Regione. Incassando l’appoggio bipartisan degli onorevoli della Gallura Giuseppe Fasolino (Forza Italia) e Giuseppe Meloni (Pd). Perchè “il rischio è di lasciare l’isola ancora più isolata” e perchè è “ingiusto sostenere un costo del biglietto così onoreso per usufruire dell’unico servizio di collegamento”. E sul tavolo ora non c’è solo il nodo del caro traghetti per le isole come La Maddalena e Carloforte, ma anche la delicata partita della continuità territoriale aerea, con la rinuncia a sopresa fatta da Alitalia per i voli da Cagliari.

LEGGI ANCHE LA MADDALENA, IL SINDACO MONTELLA: RIVEDERE LE TARIFFE

Il consigliere regionale Giuseppe Fasolino va subito all’attacco: “Dopo l’insuccesso della gara sulla continuità territoriale area, anche la vicenda sul caro trasporti per le isole minori, certifica l’assenza da parte della Regione di una politica sui trasporti in favore dei sardi. E’ impensabile che chi oggi vive, lavora o si reca per specifiche esigenze sull’isola di La Maddalena o a Carloforte debba sostenere un costo del biglietto così oneroso, per usufruire dell’unico servizio di collegamento”. Fasolino si rivolge all’assessore regionale ai Trasporti, l’olbiese Carlo Careddu, fresco di nomina. “Auspico che il neo assessore – continua – si attivi per trovare giusta soddisfazione alle legittime aspettative delle comunità delle isole minori, in riferimento ad un costo sostenibile per il trasporto non solo per i residenti ma per tutti i sardi, inclusi anche coloro che sono nati e poi sono stati costretti a stabilirsi altrove”.

Il consigliere regionale Giuseppe Meloni allarga il ragionamento ad un aspetto più economico. “Sono convinto che il principio sia giustissimo e che sia necessario trovare una soluzione per i collegamenti con le isole minori – dice -. Ma capisco anche la difficoltà tecnica di stabilire nel bilancio regionale un importo a priori per garantire una tariffa agevolata a tutti i sardi, che volessero recarsi sull’isola. Questo non vuol dire che non si debba trovare, anche perchè si rischia di assistere a delle ingiustizie, come per le società sportive, che hanno necessità di spostarsi per partecipare alle varie competizioni. Ma la Regione dovrà studiare un tecnicismo per arrivare a capire quanti soldi occorrano per garantire una parità di trattamento a tutti i sardi”. “La fisolofia è giustissima – prosegue Meloni -. Bisogna solo capire quanto costa quest’estensione e poi reperire le risorse. Ma è indubbio che è una strada che dobbiamo percorrere”.

 

(Visited 256 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!