Calcio, male il Porto Rotondo, sconfitto ad Arzana dall’Idolo

Gli olbiesi sbagliano l’approccio alla partita.

Sconfitta per 2 a 0 ad Arzana contro l’Idolo per il Porto Rotondo, che paga le assenze pesanti in difesa ed è apparso svogliato e poco reattivo fin dalle prime battute. Per gli olbiesi si mette male già al 15′, quando l’idolo affonda sulla sinistra e Lillo indisturbato sul secondo palo di testa batte Melis. Il Porto Rotondo soffre parecchio nei primi 20′, abbozza una reazione culminata coi tiri da fuori di Pala e Bruno, ma non riesce a trovare la via del gol.

Il secondo tempo ha la stessa inerzia del primo. L’espulsione di Antonio Giuseppe Seddaiu, oggi terzino sinistro, in un episodio dubbio, apre all’Idolo la via del raddoppio, che arriva al 28′. L’Idolo sfonda sulla sinistra, il giocatore ha potuto raggiungere il fondo avanzando incontrastato verso la porta, prima di mettere il pallone al centro per Nieddu, che ha messo il pallone in rete. Durante il secondo tempo da segnalare diverse ottime parate di Luca Melis, che ha limitato il passivo per il Porto Rotondo, e la rete annullata ad Alessio Mulas in un altro episodio dubbio.

PORTO ROTONDO: Melis, Seddaiu, Fenu, Saggia, Muzzu, Luciano, Piemonte (22’2t Pinna), Bruno, Mulas, Pala (34’2t Scanu), Murgia. In panchina: Deiana F., Bassu, Vitiello, Deiana D., Delogu, Deiana M., Degortes. Allenatore: Marini.
IDOLO: Loi, Usai, Stochino, Staffa (38’2t Usai Mat.), Orrù, Lillo, Jara, Lotto, Nieddu, Jammeh (42’2t Cocco), Piroddi. In panchina: Marongiu, Lilliu, Carmine, Lancioni,  Usai Mar., Cabiddu, Labagnara. Allenatore: Masia.
RETI: 15′ Lillo (I), 28’2t
AMMONITI: Piemonte (P), Pala (P), Murgia ( P), Luciano (P), Staffa (I).
ESPULSI: Seddaiu (P)

“Oggi siamo andati molto male – commenta laconicamente mister Simone Marini -. Mi assumo completamente le responsabilità di questa sconfitta. Probabilmente ho sbagliato io la preparazione della partita, non sono riuscito a trasmettere ai giocatori né dal punto di vista tecnico il nostro piano partita, né lo spirito con cui bisognava affrontare questo tipo di partita. Sapevamo perfettamente Quali sono le qualità dell’avversario, che punta molto sul punto di vista agonistico, Ed è proprio lì che abbiamo perso la partita. Siamo stati poco cattivi, arrivavamo sempre un attimo dopo in ogni circostanza, e probabilmente dobbiamo resettare alcuni atteggiamenti. Non sono stato bravo a trasmettere tutto questo. Dobbiamo capire che in questa categoria ci vuole fame, per raggiungere l’obiettivo. Se ci manca quella siamo una squadra meno che mediocre, nonostante le nostre qualità tecniche. Se mettiamo lo stesso veleno che oggi ha dimostrato di avere l’Idolo, allora vengono fuori le nostre qualità e le nostre doti tecniche. Oggi è stata una sconfitta meritata che poteva essere anche più rotonda. Da martedì bisognerà fare coi giocatori una bella chiacchierata, dovrò capire il momento e risolvere i problemi il prima possibile per migliorare la classifica e riprendere il cammino. Va bene le assenze, ma oggi non abbiamo giocato da squadra e quindi abbiamo perso meritatamente. Domenica non potremo disporre di Seddaiu, ma abbiamo tanti giovani altrettanto validi e lavoreremo anche su quello”.

Conferma l’analisi di Marini il giocatore/dirigente Giovanni Rassu: “Nelle altre partite abbiamo sempre fatto buone prestazioni e abbiamo perso qualche punto per strada, oggi abbiamo meritato la sconfitta. Oggi non siamo entrati in campo. L’approccio è stato sbagliato. Loro sono una squadra molto fisica, che partiva forte. Noi eravamo spenti, anche quando loro sono calati. Non abbiamo interpretato la partita nella maniera giusta, oggi eravamo un po’ passivi. Dovevamo resistere alla loro fisicità e venire fuori con la nostra tecnica, ma perdevamo i tempi di gioco e tutti i contrasti. Nel secondo tempo siamo rimasti in dieci quando c’era ancora tanto tempo da giocare, e questo ci ha tagliato ulteriormente le gambe. Noi oggi siamo rimasti a Olbia. È un peccato perchè finora la squadra ha espresso buon gioco e raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Oggi un passo indietro  rispetto a quanto abbiamo dimostrato finora. Avevamo delle assenze importanti, ma secondo me potevamo fare un buon risultato a prescindere da questo. Dobbiamo avere un atteggiamento diverso, in un campionato così equilibrato bisogna  combattere tutte le domeniche”.

Condividi l'articolo
Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura