Calcio, l’Olbia torna da Carrara sconfitta per 3 a 0

Il nuovo tridente di Canzi non morde.

Troppo forte la Carrarese per l’Olbia, che allo Stadio dei Marmi incorre nella quinta sconfitta stagionale. Una sfida che già sulla carta si prefigurava come complicata per via del grande valore dell’avversario e per le tante assenze che stanno contrassegnando il cammino dei bianchi in questo denso calendario di novembre. 

I marmiferi di Baldini si sono imposti per 3-0 mettendo in mostra tutto il proprio potenziale e la propria consapevolezza di squadra che intende lottare per le posizioni di vertice. Di contro, la squadra di mister Canzi, scesa in campo con la novità tattica del tridente con Marigosu e Gagliano larghi sugli esterni e Giandonato ad agire da riferimento centrale, ha lottato ma non è riuscita ad arginare l’intraprendenza dei locali. Dirompenti soprattutto sulle corsie laterali, dove Caccavallo a destra e Calderini a sinistra hanno messo in difficoltà la retroguardia bianca, segnatamente nella prima frazione. 

A questo, si aggiunga l’ennesimo gol subito a freddo che ha scompaginato i piani dell’Olbia e costretto a inseguire l’avversario sin dal 5′, quando un debole colpo di testa di Foresta carambola sulle gambe di Altare mettendo fuorigioco Tornaghi. Il raddoppio arriva invece al 14′, quando Infantino trafigge il portiere bianco con un colpo di tacco su assist dello scatenato Caccavallo. Una partita, insomma, subito in salita per un’Olbia che prova a reagire, ma non riesce a creare particolari grattacapi dalle parti di Mazzini. 

Meglio, certamente, nella prima parte della ripresa, quando i bianchi spingono per riaprire la partita. Al 53′ ci prova Gagliano, su cross di Cadili, con un colpo di testa in anticipo sul marcatore che non inquadra lo specchio per pochi centimetri. Al 58′, una nuova occasione, con Giandonato che pennella in area per Pennington che, smarcatosi in area, calcia al volo trovando la respinta da Mazzini in tuffo. Nel momento di massimo sforzo profuso dai bianchi, la Carrarese colpisce ancora chiudendo virtualmente il match. Dal campanile di Valietti e dall’incertezza della retroguardia, il neo entrato Manzari spara in fondo alla rete per il 3-0 al 63′

L’ultimo squillo dell’Olbia arriva al 70′, Occhioni, appena entrato e all’esordio nei professionisti, al suo primo pallone toccato colpisce la traversa e Udoh, ben appostato, con un colpo di testa a porta vuota, ha centrato ancora il legno orizzontale. Nei minuti finali c’è stato spazio per un secondo esordio nei pro, quello dell’esterno classe 2003 Secci. Per lui e Occhioni primi minuti sulle gambe di una carriera che si auspica ricca di soddisfazioni. 

Dopo 5′ si recupero, in campo cala il sipario. Per l’Olbia una partita da archiviare quanto prima, anche perché il calendario non presenta pause, mercoledì trasferta a Como per cercare il riscatto. 

TABELLINO
Carrarese-Olbia 3-0 | 12ª giornata

CARRARESE: Mazzini, Valietti (79’ Grassini), Murolo (57′ Ermacora), Borri, Imperiale, Foresta (68′ Schirò), Luci, Caccavallo (79’ Doumbia), Piscopo, Calderini (57′ Manzari), Infantino. A disposizione: Pulidori, Tonetti, Agyei, Pavone, Fortunati, Doumbia, Cais. Allenatore: Silvio Baldini
OLBIA: Tornaghi, La Rosa (63′ Arboleda), Emerson, Altare, Pennington, Lella (73’ Occhioni), Ladinetti, Cadili (85’ Secci), Gagliano (73’ Cocco), Giandonato, Marigosu (46′ Udoh). A disposizione: Van der Want, Barone, Dalla Bernardina, Demarcus, D’Agostino, Di Paolo. Allenatore: Max Canzi
ARBITRO: Maria Marotta (Sapri). Assistenti: Santino Spina (Palermo), Antonio Junior Palla (Catania). Quarto uomo: Paolo Bitonti (Bologna).
MARCATORI: 6′ Foresta, 14′ Infantino, 63′ Manzari
AMMONITI: Murolo (C), Lella, Mazzini (C), Udoh, Giandonato, Arboleda
NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Recupero: 5’ st

(Visited 114 times, 2 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!