Calcio, Serie C: l’Olbia Calcio perde di misura in Toscana

pistoiese olbia calcio

I bianchi subiscono due gol dalla Pistoiese 1921.

Contro la Pistoiese, ferma anch’essa a 7 punti in classifica, i bianchi olbiesi potevano dare una svolta al campionato, ma gli arancioni di Pancaro portano a casa i tre punti senza rubare nulla, giocando con maggiore determinazione.

A rompere gli equilibri, il rigore dubbio concesso al 20′ di gioco dal signor Zamagni trasformato da Falcone, con Van Der Want che intuisce ma non ci arriva. Poco prima l’Olbia aveva sfiorato il vantaggio col duetto tra Pennington e Parigi. L’Olbia reagisce e trova il pareggio al 40′ con Lella, che di esterno destro trafigge Plisseri dopo esser penetrato nella difesa avversaria. Prima della fine del primo tempo, ancora Pennington addomestica il cross di Pitzalis dalla sinistra e tenta la conclusione, mettendo il pallone a lato.

Nella ripresa, il ritmo è basso e la partita è equilibrata. La prima occasione per la Pistoiese arriva al 51′ col colpo di testa di Gucci, che termina alto sopra la traversa. Al 73′ la Pistoiese conquista il pallone, Falcone mette al centro e Stijepovic, tutto solo sul secondo palo a mezzo metro da Van Der Want gira il pallone in rete. La reazione dell’Olbia è fiacca e si concretizza con due conclusioni di Biancu che Plisseri neutralizza agevolmente. Van der Want manda in angolo un difficile colpo di testa di Bortoletti. L’olbia chiude in avanti, ma il risultato non cambia.

Eravamo in totale controllo della gara, ma a questa squadra manca ancora la percezione di quanto possa essere importante ogni singolo pallone – commenta con delusione mister Michele Filippi -. Questa incapacità di leggere le situazioni ci sta penalizzando tanto e descrive un aspetto su cui dobbiamo maturare velocemente. Come al solito, palloni che giudichiamo innocui si trasformano in giocate per noi letali. Non basta controllare la partita, dobbiamo capire che l’inerzia della stagione dipenderà dalla capacità di gestire questi momenti. Abbiamo prima conquistato e poi perso un pallone. Non doveva succedere, così come dentro l’area si sarebbe dovuta avere una corsa di rientro veemente almeno quanto quella dell’avversario. Non mi sembra che l’Olbia abbia sofferto particolare situazioni tattiche. Dalla panchina mi sembrava che avessimo il predominio e la sensazione era che potessimo andare a dare la stoccata decisiva. C’è riuscita la Pistoiese e questo significa che sono stati più bravi di noi“.

TABELLINO
Pistoiese-Olbia 2-1 | 8ª giornata

PISTOIESE: Pisseri, Dametto (44’ Mazzarani), Terigi, Camilleri, Spinozzi, Llamas (61’ Cerrettelli), Valiani (61’ Vitiello), Bordin (61’ Stijepovic), Ferrarini, Falcone (78’ Bortoletti), Gucci. A disp.: Salvalaggio, Tartaglione, Morachioli, Viti, Tempesti, Capellini, Cappelluzzo. Allenatore: Giuseppe Pancaro.


OLBIA: Van der Want, Mastino, Gozzi, Pisano, Pitzalis, Lella (84’ Verde), Muroni, Pennington (68’ Vallocchia), Biancu, Parigi (60’ Doratiotto), Ogunseye. A disp.: Crosta, Barone, La Rosa, Zugaro, Dalla Bernardina, Miceli, Belloni, Manca, Demarcus. Allenatore: Michele Filippi
ARBITRO: Tommaso Zamagni di Cesena. Assistenti: Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Mattia Regattieri di Finale Emilia


MARCATORI: 21’ rig. Falcone, 40’ Lella (O), 73’ Stijepovic


AMMONITI: 45’ Bordin, 51’ Mazzarani, 53’ Pennington (O), 65’ Pisano (O), 86’ Doratiotto (O)

NOTE: Recupero: 3’ pt; 3’ st. Prima dell’inizio della gara, è stato osservato minuto di silenzio in memoria di Giorgio Squinzi, industriale italiano e proprietario del Sassuolo scomparso in settimana all’età di 76 anni. 

(Visited 147 times, 1 visits today)

Note sull'Autore

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!