Voli e continuità territoriale in Sardegna: le rotte sono ancora in bilico

L’interrogazione del consigliere Li Gioi.

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Roberto Li Gioi, vice presidente della Commissione Trasporti ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione e all’assessore regionale ai Trasporti, Giorgio Todde in merito alle sorti della continuità territoriale aerea della Sardegna.

“Obiettivo del governo regionale: superare i modelli di concentrazione del traffico aereo sugli hub di Roma e Milano e aprire una rete di collegamenti diretti con le città medie italiane e europee. Così il presidente Solinas, nel corso delle dichiarazioni programmatiche esposte in Consiglio regionale il 5 maggio 2019, illustrava la sua idea di rilancio del settore trasporti. Propositi che oggi, ad oltre metà legislatura, suonano come proclami privi di fondamento, fonte di enorme indignazione, dal momento che i sardi, da metà ottobre, rischiano persino di perdere le principali rotte (Roma e Milano) in continuità territoriale”, commenta il consigliere Li Gioi.

“Ancora una volta, a causa dell’inerzia della Giunta regionale, i collegamenti aerei sono in bilico, lo scenario è confuso e sempre più incerto e la Regione sta lavorando a un bando di emergenza. Ma questa situazione non ha alcun carattere emergenziale – sottolinea Roberto Li Gioi (M5s): l’accordo stretto tra il governo italiano e la Commissione Europea per la ristrutturazione di Alitalia prevedeva che tra la vecchia compagnia (Alitalia) e la nuova (ITA), ci fosse una totale discontinuità economica. Quindi, non mi capacito di come l’assessore ai Trasporti Todde si stupisca del fatto che Ita non possa ereditare le vecchie rotte di Alitalia”.

“Lo scorso 16 dicembre – prosegue il consigliere – ho presentato una richiesta di accesso agli atti per avere delucidazioni sullo stato dei lavori del bando di Continuità territoriale aerea, atteso da oltre un anno: nello specifico chiesi di poter acquisire il contratto stipulato dalla Regione con la società Oxera Consulting LLP relativo al Servizio di analisi del mercato del trasporto aereo finalizzato alla definizione di un nuovo regime di continuità. Una richiesta rimasta insoddisfatta: gli Uffici competenti, in data 30 dicembre 2020, hanno risposto di non poter fornire le informazioni richieste spiegando che un’eventuale divulgazione delle informazioni avrebbe potuto incidere negativamente sull’esito della procedura”.

“E oggi siamo vergognosamente punto e a capo, tutto questo tempo di trattative secretate non ha portato a niente – osserva Li Gioi – .Pertanto chiedo al Presidente Solinas e all’assessore Todde quali siano le cause che finora hanno impedito la pubblicazione del bando e quali soluzioni intendano adottare per garantire il diritto alla mobilità dei sardi evitando ulteriori gravi disservizi”.

“In questo anno nero per la nostra economia dovuto alla pandemia, purtroppo, siamo costretti a subire addirittura i contraccolpi causati dalle incertezze sui collegamenti in continuità. Il caos dei cieli che dura da oltre due anni sta penalizzando l’attività degli operatori turistici, dei soggetti economici coinvolti nella filiera e degli organizzatori di grandi eventi culturali e sportivi. Adesso è il momento di riferire in Consiglio quali siano le intenzioni del governo regionale per porre fine a questa situazione inaccettabile e vergognosa”.

Note sull'Autore

Gallura Oggi il quotidiano di Olbia e della Gallura | Notizie da Olbia, eventi in Gallura